Piazza del Popolo di Faenza (Shutterstock.com)

L’apertura con il film Welcome Venice. Ospite lo scenografo Leonardo Scarpa

Domani, venerdì 10 settembre, riapre il Cinema Sarti di Faenza. Come sempre la rassegna invernale si concentrerà su pellicole di qualità, produzioni indipendenti e film-evento.

Il primo film proposto è Welcome Venice del regista e documentarista Andrea Segre che, per questo dramma ambientato sull’isola della Giudecca e presentato in anteprima alla Mostra d’arte cinematografica di Venezia, rinnova la collaborazione con lo scenografo faentino Leonardo Scarpa, un sodalizio nato nel 2017 con il film L’ordine delle cose.

Sarà proprio Scarpa l’ospite della serata inaugurale. Dopo un calice di vino offerto a tutti gli spettatori da Cinemaincentro e cantina Tre Monti, il noto scenografo faentino, che ha collaborato in passato con Pupi Avati e Nanni Moretti, parlerà col pubblico della realizzazione diWelcome Venice.

“Dopo tanti mesi di chiusura a causa dell’emergenza sanitaria – ha dichiarato il sindaco Massimo Isola- la riapertura della stagione del cinema Sarti, in pieno centro storico, è qualcosa di importante. Poter riaprire uno dei luoghi di cultura di Faenza diventa quindi quasi una notizia, non solo per i lavoratori dello spettacolo che finalmente, con le dovute cautele, potranno riprendere le loro attività, ma anche per gli stessi appassionati di cinema e per i faentini che potranno riassaporare un ritorno verso la normalità. Saluto perciò con gioia la riapertura del cinema Sarti come un vero e proprio evento. A questo si aggiunge la partecipazione del nostro Leonardo Scarpa, uno dei punti di riferimento nel campo della scenografia in Italia. Sarà dunque un’emozione poterlo ascoltare prima della proiezione del film al quale ha collaborato”. 

Programma della serata: apertura ore 20.00, intervento di Leonardo Scarpa ore 20.45, inizio proiezione ore 21.00.

Come da normative vigenti, all’accesso verranno registrati i dati per eventuale tracciamento e sarà verificato il green pass e vi sarà l’obbligo di indossare la mascherina in tutti gli spazi al chiuso, sala compresa.

I prezzi del biglietto: intero 7,50 euro, ridotto 6 euro.

Il vino verrà offerto e consumato nel chiostro della Casa del Popolo, accessibile direttamente dal Sarti.