Docufiction belga In a Silent Way

Appuntamento domani, lunedì 27 settembre

Proseguono gli appuntamenti di SOUNDSCREEN FILM FESTIVAL, tra le poche manifestazioni in Italia e nel mondo dedicate al rapporto tra Cinema e Musica, dal 25 settembre al 2 ottobre, in presenza,presso il centrale Palazzo del Cinema e dei Congressi a Ravenna e online con una speciale programmazione.

Lunedì 27 settembre la serata è dedicata ai titoli del Concorso Internazionale per Lungometraggi. Tra fiction, documentari, biopic e musical, noir e thriller, sono 11 le opere che si contendono il titolo al Miglior Film, alla Migliore Regia e al Miglior Contributo Musicale, premio intitolato alla memoria del collaboratore ed amico Maurizio Principato.

Si inizia alle ore 20.15 con un film di impegno sociale e a forte impatto emotivo: Ballad of a White Cow è il dramma di una giovane vedova vittima del sistema giudiziario iraniano, firmato a quattro mani dalla coppia Maryam Moghaddam e Behtash Sanaeeha. Si prosegue alle ore 22.15 con il docufiction belga In a Silent Way (v.foto) diretto dal regista e giornalista Gwenaël Breës: una troupe cinematografica attraversa l’Inghilterra cercando di svelare il mistero che circonda un disco uscito 30 anni prima, Spirit of Eden, disco che ha segnato il passaggio dalla luce all’ombra per i suoi creatori, la band dei Talk Talk ed il suo cantante Mark Hollis.

SoundScreen Film Festival è diretto da Albert Bucci, organizzato dall’Associazione Culturale Ravenna Cinema in convenzione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, con il contributo del MiC – Ministero della Cultura, della Regione Emilia-Romagna e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, in collaborazione con Bronson Produzioni e OpenDDB Produzioni dal Basso.

Tutte le proiezioni e gli spettacoli sono a ingresso limitato nel rispetto della prescrizioni sanitarie.

Tutti i film sono proiettati in versione originale con sottotitoli italiani.