Alle 18 nel salone estense della Rocca, con l’autore di “Fuga in campagna” che dialogherà con la direttrice della biblioteca “Trisi”

Domani, venerdì 1 ottobre, alle 18, nel salone estense della Rocca di Lugo, è in programma la presentazione dell’ultimo libro di Maurizio Garuti, intitolato “Fuga in campagna” (edito da “Minerva Editore” nel 2021), in un evento organizzato dalla biblioteca “Fabrizio Trisi”. Durante l’incontro l’autore dialogherà con Luciana Cumino, direttrice della biblioteca, e si assisterà alla lettura di alcuni passi del romanzo di Saverio Mazzoni, attore teatrale bolognese.

Per l’accesso in biblioteca e assistere all’incontro è richiesto il “green pass”. Per maggiori informazioni è necessario rivolgersi alla biblioteca “Trisi” di Lugo, telefonando allo 0545 38556 oppure inviando una mail all’indirizzo [email protected].

Il libro racconta la storia di Andrea Traversi, stimato professore di liceo e scrittore cinquantenne che, trasferitosi in campagna per trovare ispirazione per i propri romanzi, si troverà a fare i conti con misteriosi accadimenti. Saranno gli ambienti delle nostre zone, dei luoghi apparentemente tranquilli, le ambientazioni del romanzo, che dai toni bucolici virerà verso il dramma e il thriller, coinvolgendo anche la famiglia del protagonista.

Maurizio Garuti ha lavorato come dipendente pubblico nella rete bibliotecaria della provincia di Bologna e, oggi, vive a San Giovanni in Persiceto (in provincia di Bologna) . La sua attività di scrittore spazia dalla narrativa al teatro, dalla satira del linguaggio quotidiano alla memoria orale. Frequenta il genere comico, il drammatico, il thriller e, spesso, li mescola insieme. Le sue storie sono frutto della fantasia, sebbene frequentemente provi a cercare le trame nella vita reale, inserendo nei suoi romanzi il paesaggio emiliano, la storia, la geografia e l’antropologia. È convinto che ogni persona racchiuda un romanzo potenziale e, l’unico modo per estrapolarlo, è ascoltarlo; dando peso sia al “parlato” della gente, sia alla scena ambientale in cui essa agisce. Spesso è chiamato nelle scuole, dove alcuni suoi libri sono oggetto di studio.