(Shutterstock.com)

La chiesa di Santa Maria ad Nives ospita il 10 dicembre una serata dedicata alla grande musica sinfonica

Con un programma incentrato su Tchaikovsky e la prima esecuzione assoluta di un’elegia per Archi di Carlo Botti, l’Orchestra Corelli di Ravenna diretta da Jacopo Rivani è attesa venerdì 10 dicembre alle ore 20.30 alla chiesa di Santa Maria ad Nives, in piazza S. Maria Foris Portam a Faenza.

In questo speciale Concerto di Natale, l’Orchestra offrirà al pubblico la Sinfonia n. 5 in mi minore op. 64 di Tchaikovsky (1888), una pagina controversa della Storia della Musica, che come molte altre stentò a trovare consensi tra i contemporanei per poi assurgere, col tempo, a pietra miliare del repertorio classico, fino a collocarsi tra le pagine più illustri e universalmente riconosciute del grande compositore russo. Il Concerto sarà anche l’occasione per una prima esecuzione assoluta: di Carlo Botti, collaboratore storico de LaCorelli, verrà presentato “Dalla terra al vento” per orchestra d’Archi (2019): un’elegia intima e intensa, scritta in memoria del padre e capace di unire al dolore della perdita la serena consapevolezza di una pace ormai raggiunta.

Con questo programma, l’Orchestra Corelli si appresta ad affrontare un excursus musicale lungo una linea immaginaria, ma nitida, capace di connettere la grande tradizione romantica ai giorni nostri. 

Per l’ingresso al concerto: biglietto intero posto unico non numerato: 5 €; biglietto ridotto under-252 €; biglietto ridotto disabili con accompagnatore2 €; biglietto gratuito per disabili e under-6.

Per infowww.lacorelli.it[email protected]; 339.6249299.

L’accesso è consentito nel rispetto della normativa vigente anti-contagio da Covid 19 e successivi aggiornamenti.

Carlo Botti