L’iniziativa, promossa con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Bagnacavallo, sarà dedicata al tema “Etica e sostenibilità”.

Sarà conferito a Sua Eminenza il cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, il “Vincastro d’argento – Premio a una vita”, massimo riconoscimento dell’Accademia degli Incamminati di Modigliana. La consegna avverrà nell’ambito della Tornata accademica che sarà ospitata sabato 5 febbraio a partire dalle 10.15 al Teatro Goldoni di Bagnacavallo.

L’iniziativa, promossa con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Bagnacavallo, sarà dedicata al tema “Etica e sostenibilità”. Dopo i saluti della sindaca di Bagnacavallo Eleonora Proni a intervenire saranno Venerino Poletti e Antonio Patuelli, rispettivamente presidente e presidente emerito dell’Accademia degli Incamminati, fondata nel 1660 a Modigliana dal letterato Bartolomeo Campi.
La mattinata si concluderà con la consegna al cardinal Zuppi del Vincastro d’argento conferitogli dall’Accademia, come si legge nelle motivazioni, «per l’impegno gravoso quale arcivescovo di Bologna e l’attenzione profusa verso la nostra Romagna».
Coordineranno i lavori Venerino Poletti e Alessandro Rondoni.

L’iniziativa è riservata in via prioritaria ai soci dell’Accademia degli Incamminati.
Il pubblico può prenotarsi, fino a esaurimento dei posti disponibili, contattando l’Ufficio Cultura del Comune di Bagnacavallo (0545 280864, cultura@comune.bagnacavallo.ra.it).

Nato a Roma l’11 ottobre 1955, Matteo Maria Zuppi è entrato nel Seminario di Palestrina e ha seguito i corsi di preparazione al sacerdozio alla Pontificia Università Lateranense, dove ha conseguito il Baccellierato in Teologia. Si è laureato, inoltre, in Lettere e Filosofia all’Università di Roma, con una tesi in Storia del Cristianesimo. È stato ordinato presbitero per la diocesi di Palestrina il 9 maggio 1981 e incardinato nella diocesi di Roma il 15 novembre 1988 dal Cardinale Ugo Poletti. Nel 2006 è stato insignito del titolo di Cappellano di Sua Santità. Ha svolto i seguenti incarichi: membro del Consiglio presbiterale dal 1995 al 2012; vice parroco di Santa Maria in Trastevere dal 1981 al 2000; dal 2000 al 2010 ne è divenuto parroco. Dal 2005 al 2010 è stato Prefetto della III Prefettura di Roma; dal 2000 al 2012 Assistente ecclesiastico generale della Comunità di Sant’Egidio. Dal centro di Roma fu poi trasferito nel 2012 nella immensa periferia romana, a Torre Angela nella parrocchia dei Santi Simone e Giuda Taddeo, una delle parrocchie più popolose della diocesi del Papa. Dal 2011 al 2012 inoltre è stato anche Prefetto della XVII Prefettura di Roma. È anche autore di alcune pubblicazioni di carattere pastorale. Nominato Vescovo titolare di Villanova e Ausiliare di Roma il 31 gennaio 2012, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 14 aprile dello stesso anno. Il 27 ottobre 2015 è stato nominato da papa Francesco nuovo arcivescovo di Bologna; il solenne ingresso è avvenuto il 12 dicembre 2015. È stato nominato Cardinale da papa Francesco durante l’Angelus di domenica 1 settembre 2019 ed è stato creato Cardinale nella Basilica di San Pietro nel Concistoro del 5 ottobre 2019.