Venerdì 11 marzo tutti i Comuni spegneranno per qualche ora la pubblica illuminazione di alcuni luoghi simbolici

Venerdì 11 marzo i Comuni della Bassa Romagna aderiscono a «M’illumino di meno», la celebre campagna dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili ideata dal programma «Caterpillar» di Radio 2.

Quest’anno si celebra la 18esima edizione, quella simbolicamente della maturità, che mette al centro il ruolo propositivo e trasformativo della bicicletta e delle piante, poiché entrambe hanno dimostrato di poter concretamente migliorare la qualità dell’ambiente e della nostra vita. L’invito, oltre agli spegnimenti simbolici quanto mai necessari nei mesi dell’aumento dei prezzi dell’energia, è a pedalare, rinverdire e in generale migliorare le nostre abitudini.

«Dopo due anni di pandemia e con la crisi energetica in corso, possiamo dire che oggi la campagna M’illumino di meno abbia un significato decisamente rinnovato – ha dichiarato la sindaca Paola Pula, referente per l’Ambiente dell’Unione -. Abbiamo infatti compreso che il risparmio energetico, così come la sostenibilità ambientale, non sono affatto obiettivi marginali o trascurabili, ma una priorità che non possiamo demandare. Ne va della qualità della nostra vita e della nostra salute, nonché di quella di chi verrà dopo di noi. La diffusione di una sempre più capillare cultura di rispetto dell’ambiente è fondamentale per guardare al futuro con speranza, e in questo le istituzioni hanno il dovere di dare il buon esempio».

Le iniziative in programma in tutto il territorio sono numerose e rivolte a tutti, dalle camminate agli appuntamenti per i più piccoli, passando per lo spegnimento dell’illuminazione pubblica in alcune fasce d’orario.

Per maggiori informazioni sugli eventi in programma in Bassa Romagna, rivolgersi all’Urp del Comune di riferimento.