(Foto Shutterstock.com)

Venerdì 11 marzo, in occasione della Giornata del risparmio energetico, alcuni pubblici esercizi spegneranno le luci delle sale

L’aumento dei costi di energia elettrica e gas sta mettendo in ginocchio la struttura dei costi fissi delle imprese e quindi la sostenibilità economica.

In questo difficile contesto, Confcommercio e Confesercenti Ravenna hanno raccolto l’esigenza dei pubblici esercizi di esprimere un grido di allarme, in attesa di conoscere quali saranno gli strumenti di sterilizzazione degli aumenti messi in campo dal Governo. 

Venerdì 11 marzo, in occasione della 18° edizione di M’illumino di meno (Giornata del risparmio energetico) i pubblici esercizi possono aderire ad una declinazione locale della manifestazione denominata “A lume di candela”

Nella serata di venerdì 11 marzo Confcommercio e Confesercenti Ravenna invitano a promuovere nei locali una serata dedicata alla cena/aperitivo a lume di candela, sia per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema, sia per protestare pacificamente, che per contenere, pur minimamente, il consumo di energia elettrica. 

Ecco l’elenco dei ristoranti ravennati che hanno già aderito all’iniziativa: 

  • Mercato Coperto
  • Osteria Al Boschetto
  • Ristorante Babaleus
  • Ristorante Ca’ Rossa
  • Ristorante Hotel Classensis
  • Ristorante La Campaza
  • Ristorante La Gardela
  • Ristorante Pizzeria Field
  • Ristorante Pizzeria Naif

Per le attività che intendono aderire all’iniziativa “A lume di candela” possono comunicare l’adesione ai seguenti contatti: 

Per Confesercenti: e-mail [email protected]– tel. 0544.292711 

Per Confcommercio: e-mail [email protected] – tel. 0544.515667 

L’unico impegno che viene richiesto al bar/ristorante è quello di spegnere le luci nelle sale aperte al pubblico, proporre una serata a lume di candela per i clienti e comunicare l’adesione ai contatti precedentemente citati.