Denys Krutko (Coro dell’Opera di Kiev) e Cristina Mazzavillani Muti alla Messa di Pasqua al Duomo. Dietro di loro Bogdam Plish, direttore del Coro dell'Opera di Kiev

Svoltasi ieri presso il Duomo di Ravenna 

Tanta emozione e speranza durante la Messa di Pasqua svoltasi ieri, domenica 17 aprile, presso il Duomo di Ravenna accompagnata, per la seconda domenica di fila, dai canti del coro dell’Opera di Kiev, formato dai profughi ospitati dalla cooperativa La Pieve all’ex casa del clero.

Tra i fedeli c’erano anche il maestro Riccardo Muti e Cristina Mazzavillani Muti, l’anima del progetto che ha portato a Ravenna i 60 profughi ucraini con grazie all’iniziativa di Ravenna Solidale.

Domenica 24 aprile, inoltre, il Coro dell’Opera di Kiev accompagnerà anche la Grande Liturgia della Pasqua ortodossa che sarà celebrata alle 15 in Duomo.