Stefano Accorsi e Colin Firth in “Chiusi Fuori”

Le star Stefano Accorsi e Colin Firth protagoniste nel corto “Chiusi Fuori”

Prosegue con un ottimo riscontro di pubblico il festival Corti da Sogni – Antonio Ricci. La serata di venerdì 29 aprile si apre alle 20,30, al teatro Rasi, con la commedia italiana Leggero leggerissimo di Antimo Campanile che racconta come la vita di un anziano solitario e malinconico venga totalmente stravolto dall’incontro con un bambino ipovedente. A seguire sarà proiettato Don’t tell anyone del regista iraniano Sahar Sotoodeh dove la protagonista è la quindicenne Baran in fuga da casa. Si porta dietro un terribile segreto e ha bisogno d’aiuto.

Dalla Malesia arriva il corto d’animazione Footprints in the forest di Juhaidah Joemin e Sandra Khoo che raccontano di un giovane rinoceronte in viaggio alla ricerca di una nuova casa e una nuova famiglia.

L’opera francese Chicken ha per protagonisti un gruppo di ragazzini che si sfideranno a un gioco molto pericoloso nelle campagne francesi. Antonin ha dieci anni e non si vuole tirare indietro per non deludere l’amica Zohra.

Stefano Accorsi e Colin Firth sono le star della serata nel corto, di Giorgio Testi, Chiusi Fuori. I due duettano sul palcoscenico: un inno alla bellezza e alla magia del teatro.

Altro pezzo forte della serata sarà The criminals, vincitore del premio speciale della giuria per la sceneggiatura al Sundance Film Festival, punto di riferimento internazionale per il cinema indipendente e d’autore. Il regista è il turco Serhat Karaaslan e la racconta la storia di due giovani innamorati che vogliono vivere il loro amore e la loro sessualità senza tabù. Il loro unico ostacolo è rappresentato dagli altri.

A seguire sarà proiettato una commedia che indaga il tema della fortuna con ironica disillusione: Lucky Mood del regista Andrea Calevo che sarà in sala per presentare la sua opera in concorso nella sezione Made in Italy.

Nella sezione dei corti di animazione è in gara il regista italiano Edoardo Natoli con il delicato   Solitaire dove Renaud è un anziano in sedia a rotelle. La sua vita scorre placidamente e in maniera solitaria, bloccato al quinto piano di un palazzo di Montmatre. L’arrivo di una nuova dirimpettaia sconvolgerà la sua vita.

Sarà poi proiettato il corto senegalese Tang Jër di Selly Raby Kane. La storia è ambientata in un ristorante di Dakar dove si svolge un incessante balletto degli esseri che abitano la città e trovano un po’ di serenità tra le zuppe e gli spiedini fumanti del ristorante.

VENERDI’ 29 aprile

ORE 20,30                                 

Leggero leggerissimo di Antimo Campanile (Italia)

Don’t tell anyone di Sahar Sotoodeh (Iran)

Footprints in the forest di Juhaidah Joemin, Sandra Khoo (Malesia)

Chicken di Mikael Gaudin (Francia)

Chiusi fuori di Giorgio Testi (Italia)

The criminals di Serhat Karaaslan (Turchia)

Lucky mood di Andrea Calevo (Italia)

Nakam di Kessler Andreas (Germania)

Dominate di Kateryna Kurganska Gorbano (Stati Uniti)

Solitaire di Edoardo Natoli (Italia)

Making of a dream VIDEOCLIP

Tang Jër di Selly Raby Kane (Senegal)

El conquistador di Mathilde Bayle (Francia)

SABATO 30 aprile

ore 18,30 Sogni di Carta – incontro con Davide Reviati (ingresso gratuito)

Ore 20,30 CORTI DA SOGNI AWARD: serata finale festival con proiezione e premiazione dei cortometraggi vincitori

Circolo del cinema Sogni “Antonio Ricci”

Via Dradi 27, 48123 Ravenna

 sito: www.cinesogni.it