Cristina Polacchini con la Fata che verrà consegnata alla miglior atleta classificata

Fra i premi anche una specifica “Fata” dell’artista Cristina Polacchini

Cresce la febbre per la seconda edizione del Ravenna Cross Triathlon, il programma sui Lidi Nord ravennati, con partenza e arrivo sulla spiaggia del Romea Beach di Marina Romea (sabato 21 per le gare giovanili, e domenica 22 per la gara assoluta).

E mentre cresce ogni giorno il numero degli iscritti (per i giovani ad oggi sono un’ottantina, mentre per la gara di domenica l’obiettivo è superare i 150 iscritti, con un buon incremento rispetto alla prima edizione), c’è una novità interessante anche per quanto riguarda i premi.

Se infatti ai primi classificati di tutte le categorie verrà consegnata la medaglia di gara, realizzata espressamente con la tecnica del mosaico ed i tre colori ufficiali della manifestazione, ovvero blu (nuoto), verde (ciclismo) e rosso (corsa), è stato definito in questi giorni un ulteriore premio di grande suggestione, che verrà consegnato domenica, al termine della gara principale, alla prima concorrente femmina che raggiungerà il traguardo.

Si tratta di una delle ormai celebri “Fate” realizzate ad hoc, da diversi anni, dall’artista ravennate Cristina Polacchini. Opere sempre uniche, cioè diverse fra loro, e alle quali è collegato ogni volta un diverso aneddoto: l’artista – che opera in diversi campi, dalla cultura allo sport – ne ha omaggiate recentemente a personalità del calibro di Claudio Baglioni e Drusilla Foer.

Quella realizzata apposta per la miglior atleta del Ravenna Cross Triathlon (con i colori della gara) è in legno e acciaio, e avrà un piccolo racconto dedicato alle tre discipline di cui è composto il triathlon (nuoto, bici, corsa a piedi). Cristina Polacchini la consegnerà di persona all’atleta vincitrice durante le premiazioni, nel primo pomeriggio di domenica 22 al Romea Beach.