Otto travel blogger racconteranno la città nella seconda edizione del blog tour, in programma tre giorni a maggio e tre giorni a giugno

Dopo il successo del 2021, il blog tour dal titolo “#vivimilanomarittima” torna anche quest’anno, con Natascia di “Todomundoebom”; Davide di “Followmyfootstep”; Beatrice di “Bea_Around”; Deborah; Emanuele e il piccolo Ludovico dei “Familycation”; e Samuele e Margherita di “Dove si Ba”, cinque travel blogger che, in tre giorni, racconteranno Milano Marittima, il territorio e le sue potenzialità. Se il focus dell’edizione scorsa era il racconto della Romagna dai local blogger; quest’anno, il progetto, apre gli orizzonti italiani. Lombardia, Veneto, Marche e Toscana sono, infatti, le regioni di provenienza dei blogger impegnati a raccontare Milano Marittima e i dintorni giovedì 26 maggio, venerdì 27 maggio, sabato 28 maggio, martedì 14 giugno, mercoledì 15 giugno e giovedì 16 giugno.

Come afferma una nota, “#vivimilanomarittima”, iniziativa volta a promuovere il territorio e il turismo di prossimità in collaborazione coi blogger che ha nella creatività; nel local; nelle esperienze; nella progettualità; nella narrazione; nell’accoglienza; e nelle opportunità le sue parole d’ordine, nasce dal bisogno, sempre maggiore, di collegamento e di sinergia tra i diversi attori che concorrono allo sviluppo, alla promozione e alla commercializzazione della destinazione e del prodotto turistico. Inoltre, il progetto dimostra anche come i nuovi mezzi di comunicazione digitali siano uno strumento potentissimo capace, di ispirare e di direzionare scelte.

Il progetto, continua la nota, col Comune di Cervia, “Milano Marittima life” e “Strada della Romagna” che ricoprono il ruolo di partner, è originato dalla volontà di un gruppo di albergatori, coordinati dalla pro-loco di Milano Marittima, che hanno deciso di intraprendere questo percorso, a seguito del progetto presentato da Giorgia Tonini alias “La valigia di Pimpi”, travel blogger, ideato durante il periodo di quarantena.

I tre giorni di maggio e i tre giorni di giugno, prosegue la nota, vedranno i protagonisti impegnati in diverse attività, tutte diverse tra loro, che toccheranno i punti di forza di Milano Marittima e dei dintorni, per un totale di cinque hotel, sedici esperienze previste e cinque blog coinvolti. Protagonisti dell’iniziativa la spiaggia e il verde; il benessere e il relax; la pineta; il divertimento e lo sport; la tradizione e il gusto, senza tralasciare il turismo all’insegna della sostenibilità; della cultura storica; e della qualità della vita, eleganza e folklore di un territorio da sempre dedito all’ospitalità.

Inoltre, aggiunge la nota, l’edizione del 2022 sarà caratterizzata da alcune novità:

  • collaborazione con la “Strada della Romagna” che, dal 2020, promuove storia; cultura; arte; ed enogastronomia della provincia di Ravenna, proponendo al turista il piacere di una vacanza rurale in cui protagoniste sono le tipicità e le tradizioni del territorio. Grazie al loro supporto, infatti, i blogger potranno scoprire anche l’entroterra romagnolo
  • “Forest bathing”, la maestosa pineta di Milano Marittima, grazie a Francesca Corona, guida certificata di “Forest bathing”, diventerà un’occasione per scoprire l’effetto degli alberi sul benessere psicofisico
  • un focus sia sulla famiglia con bambini, sia sulla maniera in cui le esperienze proposte risultano adatte ad un pubblico di tutte le età

A non mancare, continua la nota, sarà anche l’attenzione sia alla sicurezza, sia al concetto di “Vacanza sicura”, sia alla mobilità alternativa; ed è per questo motivo che, i blogger, quasi sempre, si muoveranno in bicicletta.

Attraverso lo storytelling fatto sui social e sui blog, gli itinerari sono stati costruiti per mostrare le bellezze della Romagna e per raccontare le esperienze adatte a far vivere Milano Marittima agli ospiti in maniera sempre più completa; in una sorta di visione e di esplorazione del territorio a 360 gradi, conclude la nota.

Giovan Gualberto Bolognesi, albergatore e presidente della pro-loco di Milano Marittima, in merito all’iniziativa, si è così espresso: “Il nostro territorio è qualcosa di meraviglioso ma, spesso, l’andare sempre per la stessa via ci porta a non accorgerci di quanto bella possa essere la strada secondaria. Ed è proprio allora che trovi lo stupore, l’inaspettato e il valore aggiunto. È questo che vogliamo trasmettere con questo progetto, ossia far sperimentare il territorio a chi non lo conosce, in un incontro condiviso dove i valori aggiunti sono proprio la scoperta e il viaggio stesso”, ha concluso Bolognesi.