Un'immagine del museo Nazionale di Ravenna (foto Shutterstock)

Al museo Nazionale di Ravenna, alle 17.30, in un incontro che vuole approfondire, nel settore della liturgia, il tema musicale e il tema corale

Martedì 24 maggio, alla sala del refettorio nel museo Nazionale di Ravenna, alle 17.30, è in programma la presentazione dell’edizione del 2022 della rassegna dal titolo “In templo domini, musica sacra e liturgie nelle basiliche”

La rassegna, curata dall’associazione “Amici di viale Baracca”, in collaborazione con l’ISSM “Verdi” di Ravenna, col museo Nazionale e col ”Ravenna festival”, unisce la spiritualità alla bellezza artistica delle basiliche cittadine. All’incontro di mercoledì, volto ad approfondire il tema musicale e il tema corale nell’ambito della liturgia, parteciperanno sia Pierachille Dolfini, esperto di musica e critico di “Avvenire”, che dialogherà con Linda Kniffitz, storica dell’arte, sia Antonio Greco, esperto della polifonia vocale e strumentale rinascimentale e barocca conosciuto a livello nazionale ed europeo.

Dolfini parlerà della novità assoluta costituita dalle chiese paleocristiane ravennati rispetto all’arte classica e rispetto alla totale compenetrazione tra architettura e decorazione, sia sull’iconografia dei mosaici, presenti e scomparsi, che annunciano sempre il sacrificio liturgico, sebbene da prospettive diverse, addirittura ricostruendo la perduta decorazione di san Giovanni Evangelista; mentre Greco, approfondirà il suo lavoro specifico col Verdi come docente e raccontando, brevemente, il primo concerto della rassegna in cui dirigerà il coro del conservatorio cittadino.

Per partecipare all’evento è necessario pagare il biglietto del museo, oppure è necessario possedere la tessera associativa annuale.