L’evento si svolgerà al parco delle Manifiorite a partire dalle 15.30

Domenica 29 maggio, a partire dalle 15.30, al parco delle Manifiorite, si svolgerà la Festa del diritto al gioco. Nell’area verde saranno presenti postazioni per laboratori espressivi e manipolativi, sfondi ludici per attivare il gioco libero e creativo. Sarà presente il Centro per le Famiglie di Ravenna/Cervia/Russi per informare i genitori sui servizi e sulle attività svolte dal Centro stesso.

Tra i contenuti della Festa si segnala la Passeggiata per il benessere, che fa parte della campagna Ambiente del Comitato locale UNICEF e realizzata con la collaborazione di Legambiente Circolo Matelda. I partecipanti alla passeggiata andranno “a caccia” di elementi naturali e non, che sono rilevanti o al contrario ostacolano il loro benessere riportandoli su una mappa.
Vi sarà, inoltre, una postazione del Comitato locale Unicef disponibile a distribuire materiali di comunicazione e sensibilizzazione con la raccolta di idee e suggerimenti dei bambini/e per migliorare il parco stesso.

Sarà presente anche il Tavolo del Baratto con una moltitudine di prodotti da scambiare, tra giochi e giocattoli ed altro materiale come giornalini, musica, indumenti per bambini/e.

Con grande impegno e responsabilità civica sarà presente il gruppo Scout Ravenna 3 a supporto delle attività realizzate dagli operatori e promotori.

L’evento fa parte integrante dell’articolato ed omonimo progetto, giunto alla IX edizione che vede capofila nell’organizzazione l’associazione Lucertola Ludens APS, con la collaborazione della rete del Tavolo per il diritto al gioco in città, il patrocinio e la compartecipazione del Comune di Ravenna – assessorato Scuola e Cultura e del premio progetto conCittadini 2021.

Il diritto al gioco come importante elemento di crescita e di sviluppo dell’infanzia

L’articolo 31 della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza riconosce alle bambine e ai bambini il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie dell’età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica.

In questo tempo di “emergenze”, dove attenzioni e precauzioni sono fondamentali per prevenire e tutelare la salute propria e della comunità, le attività legate alla Festa del diritto al gioco 2022, non sono solo eventi o manifestazioni, ma vere e proprie buone pratiche per una visione plurale del gioco, di come esso contribuisca a crescita, sviluppo ed evoluzione del sé, in relazione a se stessi, agli altri e al mondo che si abita e a cui si appartiene.