Oltre alla presentazione dei progetti dell’Ordine religioso-laicale e ospedaliero, svolti Screening cardiovascolare e dimostrazione B.L.S.D.

Dopo lo stop forzato a causa della pandemia, è tornata la Giornata Nazionale dell’Ordine di Malta, Ordine religioso-laicale e ospedaliero. E’ stata l’occasione per far conoscere il lavoro svolto quotidianamente dai volontari al servizio delle persone e delle famiglie in stato di necessità e allo stesso tempo presentare i diversi progetti e le iniziative che l’Ordine ha strutturato negli anni, a livello locale e nazionale, in favore delle fasce della popolazione più vulnerabili.

Oggi, sabato 15 ottobre, dalle 9 alle 19, a Ravenna in piazza San Francesco l’Ordine di Malta in Italia, oltre alle informazioni, svolge le seguenti attività:

  • Screening cardiovascolare
  • Dimostrazione B.L.S.D. (mattino)

In Italia l’Ordine di Malta opera attraverso i tre Gran Priorati e le Delegazioni assistono bisognosi con mense, distribuzione di pasti e vestiti e con diversi progetti di assistenza; l’ACISMOM (Associazione Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta) segue la parte sanitaria con  1 ospedale a Roma e ambulatori in tutta Italia; il Corpo Militare è dedito all’assistenza sanitaria e umanitaria supportando la sanità militare in Italia e, in missioni di mantenimento della pace, anche all’estero; il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta – CISOM presta servizi di pronto soccorso, servizi sociali, di prima emergenza e interviene in occasione di calamità naturali, operando in stretta collaborazione con il Dipartimento Italiano della Protezione Civile e con importanti accordi con vari enti civili e militari, tra cui la Guardia Costiera e le Capitanerie di Porto per l’accoglienza ai migranti.

Molte iniziative sono state avviate per contrastare la pandemia da COVID 19.

I volontari dell’Ordine sono intervenuti assistendo le categorie più fragili, persone in quarantena, anziani e disabili bisognosi di farmaci e viveri, e partecipando attivamente alla campagna vaccinale negli hub italiani.

Le energie dei volontari si stanno concentrando anche sull’emergenza Ucraina. Volontari in Italia collaborano all’accoglienza e assistenza dei profughi presenti in quasi tutte le regioni e alla raccolta di beni di prima necessità da inviare, tramite la rete internazionale dell’Ordine, direttamente nei Paesi più coinvolti nell’emergenza profughi.

Per saperne di più sulle attività dell’Ordine di Malta si può consultare il sito www.ordinedimaltaitalia.org oppure visitare le pagine dei social media Facebook: @OrdinediMaltaAssociazioneitaliana Instagram: #ordinedimaltaitalia