In programma al teatro “Chiari” della città del sale, alle 16.30, l’evento dalla biblioteca “Maria Goia”, in collaborazione con la libreria “Bubusettete” di Cervia e grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna

Domenica 8 gennaio del 2023, al teatro “Chiari” di Cervia, alle 16.30, è in programma un pomeriggio speciale, con Gek Tessaro che presenterà lo spettacolo dal titolo “I bestiolini”, uno show adatto a tutti, dai tre anni ai centotre anni. L’iniziativa, ad ingresso gratuito, è organizzata dalla biblioteca “Maria Goia” della città del sale, in collaborazione con la libreria “Bubusettete” di Cervia e grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna.

Gek Tessaro è uno dei più apprezzati autori e illustratori italiani, un artista geniale che dialoga con grandi e con piccini attraverso un mondo di emozioni, di immagini e di parole, in cui anche la musica trova il suo posto, riuscendo a toccare la sensibilità di ciascuno. Il suo “teatro disegnato” combina racconto, immagini e luci, e si rivela uno spettacolo unico e indimenticabile. “I bestiolini” è la danza sgangherata dei molesti ma tenerissimi abitanti dei prati, dove prendono vita storie di insetti e di altri piccoli animaletti. La narrazione è allegra e giocosa, tenera talvolta, semplice, tanto da essere adatta ad un pubblico anche di piccolissimi, appunto dai tre anni a cenotre anni. Vincitore di numerosi premi, tra cui il “Premio nazionale di letteratura per l’infanzia Sardegna”, nel 2019; il premio “Procida”, nel 2018; il premio “Luigi Malerba”, nel 2017; il premio “Rodari”, nel 2016; e numerosi premi “Andersen”, Gek non perde la sua capacità di reinventarsi e di comunicare con ironia e con saggezza.

Tessaro, poi, ama raccontare di aver iniziato la sua carriera sin da bambino, quando, per rimediare alle sue birichinate, conquistava il perdono di tutti con un disegno, all’inizio per lo più ritraenti cavalli. Oggi, con una speciale ironia, ricorda il sé bambino e, in merito, l’autore e illustratore italiano dichiara: “Lavoro coi bambini e tento di ricordarmi il disagio che si può provare a quell’età. Tento, perciò, di misurarmi con loro solo dopo aver piegato le ginocchia per trovarmi, così, alla pari. Non divento più piccolo per questo, a sessanta centimetri da terra si muovono pianeti sconosciuti e inimmaginabili. Racconto storie col disegno, e so che è un privilegio, perché quello di raccontare è il più bel mestiere del mondo”, conclude Tessaro

Per maggiori informazioni è necessario inviare una mail all’indirizzo biblioteca@comunecervia.it, oppure telefonare allo 0544 979384.