Nella sala multimediale dei chiostri francescani, alle 11, verrà presentato il progetto dal titolo “Donne, impresa, cultura-La rete di professionalità per la crescita imprenditoriale e artistica del territorio”

Nella giornata di oggi, sabato 28 gennaio, nella sala multimediale dei chiostri francescani di Ravenna, alle 11, in occasione del finissage di “Racconti ravennati-Mosaico temporary shop”, realizzato dalle mosaiciste associate a Cna ed ospitato al museo casa Dante della città bizantina, verrà presentato il progetto dal titolo “Donne, impresa, cultura-La rete di professionalità per la crescita imprenditoriale e artistica del territorio”, attraverso il documentario, realizzato da Cna impresa donna-Cna nazionale, intitolato “Tanto gentile e laboriosa pare”, in cui protagoniste sono sia le mosaiciste associate a Cna Ravenna, sia le imprenditrici fiorentine che hanno reso omaggio al Sommo Poeta e alla Divina Commedia col progetto dal titolo “Beatrice racconta Dante”.

La ricchezza di immagini e di suggestioni della scrittura dantesca ha, certamente, rappresentato un inesauribile serbatoio creativo anche per l’arte del mosaico, dunque, la riflessione su questo peculiare dialogo tra contemporaneità e tra storia, è alla base di un percorso che è stato centrale nel sistema della valorizzazione dantesca. In questo solco, in occasione della Biennale internazionale del mosaico, è stata allestita una mostra della fondazione “Oriani” ai chiostri francescani, in stretta relazione con uno spazio sperimentale all’interno del bookshop del museo casa Dante, pensato come intervento a sostegno della filiera del mosaico, in tutti i suoi aspetti, dalla creazione alla presentazione sul mercato.

L’evento in programma nella giornata di oggi, sabato 28 gennaio, nella sala multimediale dei chiostri francescani di Ravenna, alle 11, sarà introdotto e condotto da Francesca Masi, responsabile dell’unità organizzativa della promozione culturale e scientifica del Comune di Ravenna e prossima direttrice di “Ravennantica”; seguiranno, poi, gli interventi di Fabio Sbaraglia, assessore alla cultura e al mosaico del Comune di Ravenna, di Nicoletta Cirelli, presidente di Cna impresa donna Ravenna, ed Elisa Brighi, portavoce dei mosaicisti di Cna Ravenna.

In merito alla presentazione del progetto intitolato “Donne, impresa, cultura-La rete di professionalità per la crescita imprenditoriale e artistica del territorio”, attraverso il documentario dal titolo “Tanto gentile e laboriosa pare”, si è espressa Nicoletta Cirelli, presidente di Cna impresa donna Ravenna, con le seguenti parole: “Il documentario, che intende trasmettere lo spirito del lavoro artigianale e dell’imprenditoria femminile, raccoglie e racconta magistralmente le esperienze delle imprenditrici ravennati e fiorentine, valorizzando il territorio con il suo patrimonio culturale”, ha concluso la Cirelli.

Anche Elisa Brighi, portavoce dei mosaicisti di Cna Ravenna, si è espressa in merito all’allestimento di una mostra ai chiostri francescani, in relazione con uno spazio sperimentale nel bookshop del museo casa Dante, pensato come intervento a sostegno della filiera del mosaico, con le seguenti affermazioni: “L’esperienza del temporary shop rappresenta un’importante sperimentazione realizzata in accordo con l’assessorato alla cultura del Comune di Ravenna e con ‘Ravennantica’ che gestisce i locali. In questo spazio, le imprenditrici coinvolte hanno posto in vendita alcuni pezzi selezionati, che traggono ispirazione dal lavoro svolto in questi anni sulla Divina Commedia. Per l’esposizione, ci si è avvalsi anche di alcuni elementi di arredo messi a disposizione da ‘L’arte del restauro, di Marcello Monte di Ravenna, e da ‘Gasperoni design’ di Cervia, un artigianato che si integra e che fa rete”, ha concluso la Brighi.