(Shutterstock.com)

Le istituzioni e le organizzazioni ravennati hanno voluto celebrare la festa dell’Europa, col centro “Europe direct della Romagna” che ha organizzato eventi in tutta la provincia

Nel mese di maggio di ogni anno si celebra la festa dell’Europa, nell’anniversario del discorso pronunciato il 9 maggio del 1950 da Robert Schumann, con cui veniva formulata una proposta di cooperazione politica, di fatto considerata l’atto di nascita di quella che, oggi, è l’Unione europea.

Le istituzioni e le organizzazioni del territorio ravennate, come affermato in una nota, sono sempre molto attive nella promozione di occasioni di approfondimento, di confronto e di socialità nel segno dell’Europa. Il centro “Europe direct della Romagna”, gestito dall’u.o. politiche europee del Comune di Ravenna e parte di una rete d’informazione gestita dalla Commissione europea, si occupa di comunicazione e di coinvolgimento della cittadinanza sui temi dell’Unione europea, in merito a questo argomento, si propone di fare da cassa di risonanza all’impegno del territorio, organizzando un evento dal titolo “Maggio europeo in provincia di Ravenna”, con varie iniziative volte a tenere vicina la cittadinanza all’Unione europea ed ai suoi valori.

Nella giornata di oggi, sabato 29 aprile, alla casa Matha di Ravenna, dalle 10.30 alle 17.30, ad aprire idealmente la rassegna sarà il convegno organizzato dall’ufficio dibattito e dalla sezione di Ravenna del “Movimento federalista europeo”. Sarà un’occasione per parlare del rapporto tra federalismo e tra costituzionalismo, con importanti ospiti come Antonio Padoa-Schioppa, Giulia Rossolillo, Stefano Vetrano, Andrea Morrone e Paolo Ponzano, continua la nota.

La prima parte del mese è dedicata, in gran parte, ai giovani. Sabato 6 maggio, all’istituto tecnico professionale “Bucci” di Faenza è in programma la presentazione, insieme ai partner europei, del progetto dal titolo “Erasmus+ Eu ride”; mentre, e a Cotignola, alle 14.30, è in calendario la manifestazione intitolata “Gran premio vap”, con equipaggi di ragazzi e di ragazze di diverse città d’Italia e d’Europa, aggiunge la nota.

Dopo il weekend, le iniziative proseguono sempre sul territorio. Nella giornata dell’Europa, ossia martedì 9 maggio, a palazzo Rasponi dalle Teste di Ravenna, tornerà interamente in presenza l’annuale giornata di simulazione del Parlamento europeo e del meccanismo decisionale dell’Unione, con oltre cento ragazzi e ragazze dell’itc “Ginanni” di Ravenna; dei licei “Nervi-Severini”, “Alighieri” e Oriani”, anch’essi della città bizantina; dell’”Engim” di Ravenna; e del “Gymnasium am Kaiserdom” di Speyer, città della Germania  Al liceo linguistico iss “Tonino Guerra” di Cervia, invece, è in programma un incontro online col liceo di Aalen, anch’essa città tedesca; mentre, alla biblioteca comunale di Russi, alle 18.30, si parlerà di competenze e di talenti, con un momento musicale in chiusura, prosegue la nota.

Giovedì 18 maggio, sempre a palazzo Rasponi dalle Teste della città bizantina, alle 18, è in calendario per la performance dal titolo “Clima con delitto”; mentre, nei giorni successivi, sono in programma una serie di importanti momenti sia di approfondimento tecnico-politico, sia di socialità, riguardanti la transizione ecologica ed ambientale, in collaborazione con “Fare i conti con l’ambiente 2023” e con “Omc med energy conference and exhibition”, continua la nota.

Martedì 30 maggio, a Cervia, alle 16, verrà, invece, inaugurata la mostra d’arte floreale a cielo aperto più grande d’Europa, che proseguirà fino a settembre. Nel corso del mese di giugno, durante la settimana europea dell’energia, aggiunge la nota, proseguiranno, poi, conferenze e performance.

Attraverso conferenze sia online che in presenza, continua la nota, si manterrà viva l’attenzione sui confini esterni dell’Unione europea, alla politica di vicinato e all’allargamento lato Ucraina e lato Paesi balcanici. In collaborazione con “Polis teatro festival” e con l’università di Bologna, “Dbc–Campus di Ravenna”, quest’anno sarà possibile approfondire il tema dell’area balcanica. Domenica 7 maggio, al teatro Rasi di Ravenna, alle 16, al teatro Rasi di Ravenna, con Annalisa Furia, con Stefano Bianchini e con Marco Zoppi, dell’università di Bologna, e con Simon Capelle e Ziga Divjak, artisti.

Il centro “Europe direct della Romagna” ha coordinato la composizione del calendario territoriale attraverso un lavoro in rete col Comune di Cervia; col Comune di Russi; con l’Unione dei Comuni della bassa Romagna; con l’Unione della Romagna gaentina, con diverse università italiane; con gli istituti superiori della provincia di Ravenna; col “Ceas”, il “Centro di educazione alla sostenibilità”; l’”Informagiovani” del Comune di Ravenna; ed organizzazioni e realtà associative quali “LibrAzione”, “LabeLab”, la sezione di Ravenna del “Movimento federalista europeo”, “Omc” e la compagnia teatrale “ErosAnteros”, conclude la nota.

In merito all’evento intitolato “Maggio europeo in provincia di Ravenna”, ossia celebrazioni per la festa dell’Europa, in programma dalla giornata di oggi, sabato 29 aprile, a martedì 30 maggio, in tutta la provincia di Ravenna, si è espressa Annagiulia Randi, afferma l’assessora alle politiche europee del Comune di Ravenna, con le seguenti parole: “Vogliamo cogliere l’occasione della festa dell’Europa per dare rilevanza alle iniziative organizzate nel mese di maggio nel territorio della provincia di Ravenna, che contribuiscono concretamente ad aumentare la consapevolezza ed il coinvolgimento dei cittadini sulle questioni di rilevanza europea. Il programma di iniziative, che abbiamo intitolato ‘Maggio europeo in provincia di Ravenna’, dà conto della ricchezza e della varietà di opportunità offerte, che spaziano dai seminari di approfondimento storico-politico, alle iniziative di sensibilizzazione ambientale connesse al ‘Green deal europeo’, ai momenti di coinvolgimento delle scuole e dei giovani. Un ringraziamento va alle istituzioni e alle associazioni del territorio, che si attivano ogni anno e che condividono con noi la sfida dell’educazione all’Europa”, ha concluso la Randi.

Per maggiori informazioni è necessario visitare il sito web www.comune.ra.it/EuropeDirectRomagna, o inviare una mail all’indirizzo europedirectromagna@comune.ravenna.it, o visitare il link della pagina Facebook www.facebook.com/euDirectRomagna, oppure visitare la pagina Instagram “@eudirectromagna” del centro “Europe direct della Romagna”.