L'ingresso della biblioteca di Cervia (foto da GoogleMaps)

Nella biblioteca comunale di Cervia, alle 17, in un evento, parte del calendario “Luoghi d’autore”, Gianfranco Lauretano esporrà il suo ultimo volume, edito da “Risguardi”

Venerdì 1 dicembre, nella biblioteca comunale di Cervia, alle 17, Gianfranco Lauretano presenterà il suo ultimo libro, dal titolo “Nekromicon, Romagna” ed edito da “Risguardi”, nel 2022, in un evento, parte del calendario intitolato “Luoghi d’autore” e promosso dall’amministrazione comunale di Cervia, organizzato dall’associazione culturale “Tolmino Baldassari”. L’autore del libro sarà intervistato da Stefano Maldini, poeta cesenate; mentre, Ilario Sirri, si occuperà delle letture.

Nel libro si racconta la generazione straordinaria di poeti dialettali che ha operato in Romagna, a cominciare dalla fine della Seconda guerra mondiale e per tutta la seconda parte del Ventesimo. Numerosi autori hanno affiancato quelli più noti come Tonino Guerra, Raffaello Baldini, Nino Pedretti e Tolmino Baldassari, pubblicati, spesso, da case editrici a diffusione nazionale e tradotti in diverse lingue europee. Gianfranco Lauretano racconta i suoi incontri con questi poeti, frutto sia di collaborazioni e di un lavoro comune, sia di un rapporto di amicizia che, molte volte, è andato oltre il mero sodalizio letterario. Vengono, così, trattate, con un tono talvolta persino affettuoso, partecipe e commosso, dinamiche, percorsi di vita, personali e artistici spesso sconosciuti, di un’epoca unica, per ricchezza, per vivacità e per varietà, nella storia della letteratura italiana.

Nell’occasione, sarà possibile anche visitare la sala-museo dedicata a Tolmino, tra l’altro inserita anche nella guida “Case e studi delle persone illustri dell’Emilia-Romagna”, curata dal Servizio patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna, in cui è stato ricostruito il suo studio e in cui sono conservati i suoi libri. L’illustre poeta cervese, a cui è intitolato anche il parco fluviale di Cannuzzo, proprio di fronte alla sua casa, ha voluto lasciare alla biblioteca comunale di Cervia i suoi libri.

Di seguito, una breve biografia di Gianfranco Lauretano, protagonista dell’incontro parte del calendario “Luoghi d’autore”, in programma venerdì 1 dicembre, nella biblioteca comunale di Cervia, alle 17:

  • Nato nel 1962, vive e lavora a Cesena. Ha pubblicato i volumi di poesia “La quarta lettera”, edito da “Foum”, di Forlì, nel 1987; “Preghiera nel corpo”, edito da “Nce”, di Forlì, nel 1997; “Occorreva che nascessi”, edito da “Marietti”, di Milano, nel 2004; “Sonetti a Cesena”, edito da “Il vicolo”, di Cesena, nel 2007; “Racconto della riviera”, edito da “Raffaelli”, di Rimini, nel 2012; e “Diario finto”, volume di prose liriche, edito da “L’obliquo”, di Brescia, nel 2001. Sue traduzioni dal portoghese e dal russo, poi, sono pubblicate su antologie e riviste e, nel 2003, in volume, nell’editore “Raffaelli” di Rimini, è uscito “Il cavaliere di bronzo”, di Aleksandr S.Puskin. In uscita per le edizioni del “Saggiatore”, invece, la raccolta “La pietra”, di Osip Mandel’štam. Inoltre, Lauretano svolge attività di critica letteraria su periodici e su quotidiani; ha curato sia il commento al canto ventinovesimo, al canto trentaduesimo ed al canto trentatreesimo del Purgatorio di Dante, edito da “Rizzoli”, di Milano, nel 2001, sia il volume monografico dal titolo “La traccia di Cesare Pavese”, edito da “Rizzoli”, di Milano, nel 2008. Dirige, poi, sia la collana intitolata “Poesia contemporanea”, sia “ClanDestino”, trimestrale letterario per la casa editrice “Raffaelli”. È fondatore e direttore letterario di “Graphie”, rivista di arte e letteratura, e fa parte del comitato di redazione de “Il parlar franco”, rivista di critica e di letteratura dialettale romagnola. Infine, è insegnante elementare

Per maggiori informazioni è necessario inviare una mail all’indirizzo biblioteca@comunecervia.it, oppure telefonare allo 0544 979384.