La serata sarà dedicata alla Dermatologia e alla Cardiologia dell’Ospedale santa Maria delle Croci di Ravenna

La 10a edizione del Christmas Charity Dinner di Cuore & Territorio che si terrà il 13 dicembre presso il ristorante i Passatelli, sarà dedicata alla Dermatologia e alla Cardiologia dell’Ospedale santa Maria delle Croci di Ravenna. Galà del volontariato che vedrà il presidente Morgese e la primaria Tabanelli annunciare agli ospiti dove verranno indirizzate le donazioni.

Il primo “Big” a dare l’adesione al “galà del volontariato”  è stata la star internazionale Daniel Giulianini, trentaseienne e una carriera in forte ascesa, ha interpretato sia ruoli in opere liriche (Traviata al Maggio Musicale Fiorentino, Ballo in Maschera al Teatro Real de Madrid, I Lombardi all’Opéra di Monte-Carlo, Don Giovanni all’Opéra de Toulon, la Trilogia Mozart-Da Ponte al Ravenna Festival e molti altri) che in brani da concerto (la Messa N. 2 in sol maggiore di Scubert al Teatro Petruzelli di Bari).

Nel 2024, Giulianini interpreterà nei teatri più prestigiosi al mondo:

  • il ruolo di Sulpice nella divertentissima “La fille du regiment” di Gaetano Donizetti alla Grange Park Opera nel Regno Unito: tocca al basso/baritono forlivese Daniel Giulianini attraversare la Manica per essere diretto da Claire Levacher in uno spettacolo allestito dal regista John Doyle con compagni di palcoscenico il soprano Julia Sitkovetsky, nel ruolo della sua figlioccia Marie, e il tenore Nico Darmanin, in quello di Tonio;
  • Il ruolo di Calcante nell’ Opera “Iphigenia” che si terrà  al “Bayreuth Barocco Festival” in Germania con un cast artistico dei più rinomati “barocchisti” del mondo ovvero stage director: Max Emanuel Cencic – conductor: Christophe Rousset.

La serata avrà sempre il sostegno di ravenna24ore.

La serata è dedicata l’U.O.C Dermatologia di Ravenna per il miglioramento dell’assistenza ai pazienti affetti da gravi malattie dermatologiche, dall’accoglienza del paziente nelle sale d’attesa alla possibilità di usufruire di nuove attrezzature diagnostiche. L’umanizzazione della struttura ospedaliera di dermatologia passa infatti non solo attraverso l’impegno quotidiano del personale medico e paramedico in servizio ma anche dalla disponibilità di ambienti e di apparecchiature adeguate.

Uno degli obiettivi per il 2024 è l’acquisto di un videodermatoscopio di ultima generazione, strumento fondamentale per la diagnosi precoce del melanoma e dei tumori cutanei non melanoma. Il videodermatoscopio consente infatti la visualizzazione di strutture che a occhio nudo non possono essere osservate e consente di monitorare nel tempo le lesioni pigmentate melanocitarie, in modo da valutare la presenza o la comparsa di segni di malignità. Il videodermatoscopio può essere utile anche per la diagnosi di molte patologie dermatologiche di tipo infiammatorio e per valutare la risposta al trattamento di tali malattie.

E’ in programma l’ordine di nuovi lettini operatori per gli ambulatori chirurgici in cui vengono effettuati gli interventi dermochirurgici di media-alta complessità, quali allargamenti di melanoma e lembi ed innesti per i tumori cutanei non melanoma, quali il carcinoma a cellule basali ed il carcinoma a cellule squamose.

Per la Cardiologia si procederà all’acquisto di Holter cardiaci (elettrocardiogramma dinamico) esame non invasivo eseguito impiegando un piccolo registratore che, grazie a elettrodi applicati sul torace del paziente, monitora in maniera continuativa l’attività elettrica del cuore e consente di valutare la regolarità del ritmo e la presenza di aritmie cardiache, alterazioni della frequenza cardiaca, per escludere o confermare patologie coronariche.

Gli Holter saranno sia di tipo a cavo che di tipo senza fili device di ultima generazione particolarmente pra-tico, in quanto non solo non ha cavi, ma è di dimensioni ridotte (circa 5 cm quadrati) e si applica e rimuove in maniera semplice e rapida in ambulatorio. L’apparecchio non limita i movimenti del paziente e proprio l’assenza di fili migliora la registrazione e la leggibilità dei dati. Inoltre, la trasmissione online dei tracciati consente una diagnosi e una refertazione più rapide.