Lunedì 19 febbraio alle ore 18.30 con la Dott.ssa Emanuela Fiori

L’Associazione Culturale Tessere del 900 riprende l’attività culturale nel Salone dei Mosaici di Ravenna lunedì 19 febbraio alle ore 18.30 con una conferenza della Dott.ssa Emanuela Fiori dal titolo: “Achille Funi tra Archeologia, storia e modernità” come la mostra omonima curata dalla stessa Emanuela Fiori e da Tiziano Trocchi in corso al museo Archeologico Nazionale di Ferrara fino al 17 marzo.

La conferenza della storica dell’arte ripercorrerà la vita e la carriera artistica di Achille Funi, pittore ferrarese, che ha attraversato le varie correnti artistiche del 900 dal futurismo, al gruppo Novecento di Margherita Sarfatti, alla pittura murale.

In particolare metterà in luce l’attività del pittore ferrarese negli  dal 1933 al 1937, un periodo fondamentale tanto per la città di Ferrara che, nel 1935, inaugura il Regio Museo di Spina (l’odierno Museo Archeologico Nazionale), quanto per la carriera di Funi, che tra il ’34 e il ’37 avvia la sua impresa decorativa nella Sala della Consulta in Palazzo Comunale. In quegli anni, i reperti etruschi rinvenuti negli scavi della Spina diventano protagonisti assoluti del museo e fonte di ispirazione per l’artista che concepisce il rapporto con il tempo e la storia, secondo modelli ciclici e lo rappresenta attraverso narrazioni in forma di mito, capaci di attualizzare i valori ideali del passato.

Scultore, architetto, illustratore, scenografo e grafico, Achille Funi (Ferrara 1890 – Appiano Gentile 1972) è stato uno dei personaggi di spicco della pittura italiana della prima parte del XX secolo, aderendo al movimento Novecento di Margherita Sarfatti. Oltre alle tradizionali opere da cavalletto, si è dedicato appassionatamente alla pittura murale, tecnica antica e gloriosa, caduta in disuso nella modernità, ma riportata in auge nel corso degli anni ’30 e ’40, sulla scorta dell’esempio trascinante di Sironi. Da annoverare tra le figure più autorevoli del panorama artistico italiano: intellettuale di spicco, voce autorevole del dibattito culturale, Funi nel 1939 diventa docente presso l’Accademia di Belle arti di Brera dove rimarrà in carica fino agli anno ’50. La Dott.ssa Emanuela Fiori, storica dell’arte e già direttrice del Museo Nazionale di Ravenna, fa parte del Comitato

 Scientifico di Tessere del 900 fin dalla sua fondazione, nel 2018. E’ curatrice insieme a Tiziano Trocchi della mostra Achille Funi tra Archeologia, storia e modernità” in corso al museo Archeologico Nazionale di Ferrara fino al 17 marzo.