Anna Tifu violinista della scena internazionale

Domenica 7 aprile, alle 21, per la stagione “Ravenna musica”, in un recital violino e pianoforte, si esibisce una straordinaria violinista, accompagnata dal pianista italiano

Domenica 7 aprile, al teatro Alighieri di Ravenna, alle 21, per la stagione “Ravenna musica”, organizzata dall’associazione “Angelo Mariani”, saranno ospiti, per la prima volta, Anna Tifu, una delle più straordinarie violiniste della scena internazionale, come affermato in una nota, accompagnata al pianoforte da Giuseppe Andaloro, per un coinvolgente recital violino e pianoforte. 

I due, sul palcoscenico del teatro bizantino proporranno alcuni capolavori della letteratura violinistica di Maurice Ravel,  di Sergej Prokof’ev e di Pablo de Sarasate, continua la nota. Se la prima parte del concerto è interamente dedicata a Ravel, con la “Sonata numero 2 in sol maggiore per violino e pianoforte”, e con la conturbante rapsodia “Tzigane opera 76”; la seconda parte dello spettacolo, invece, si apre con una suite di brani tratti dal celebre balletto “Romeo e Giulietta”, appunto di Prokof’ev, per chiudersi con la “Fantasia sui temi di Carmen opera 25”, dell’ultimo musicista citato.

Sabato 6 aprile, invece, nella sala multimediale degli antichi chiostri francescani di Ravenna, alle 17,  Cristina Ceroni, pianista ravennate, guiderà l’incontro, a ingresso libero, di introduzione all’ascolto del programma del concerto in calendario il giorno seguente, al treatro Alighieri di Ravenna, conclude la nota.

Di seguito, una breve descrizione dei due protagonisti del concerto in programma domenica 7 aprile, al teatro Alighieri di Ravenna, alle 21:

  • Anna Tifu; nel 2007, vincitrice del prestigioso concorso “George Enescu” di Bucarest, che le ha aperto le porte di una brillante carriera internazionale, è un talento precoce. A undici anni ha debuttato come solista con l’orchestra “National des Pays de la Loire”, e, l’anno dopo, a dodici anni, al teatro della Scala di Milano. A quattordici anni, invece, ha vinto il primo premio sia al concorso “Viotti Valsesia”, sia al concorso “Abbado” di Stresa. Viene ammessa, a diciassette anni, al “Curtis institute” di Philadelphia, città degli Stati Uniti, e, successivamente, si perfeziona a Parigi, in cui ottiene il diploma superiore di concertista
  • Giuseppe Andaloro; vincitore del primo premio in prestigiosi concorsi pianistici internazionali, tra cui il “Ferruccio Busoni” di Bolzano e il “London piano competition” di Londra, nel 2005, è stato insignito del premio per meriti artistici conferito dal Ministero italiano dei beni e delle attività culturali. Inoltre, è ospite di importanti festival e suona regolarmente con rinomate orchestre