"Le volpi", spettacolo in programma sabato 13 aprile, al teatro Rasi di Ravenna, alle 21 (foto di Elisa Nocentini)

“La stagione dei teatri” ospita lo spettacolo che sostituisce “Le vacanze”

Sabato 13 aprile, al teatro Rasi di Ravenna, alle 21, nell’ambito de “La stagione dei teatri”, organizzata col supporto del Ministero della cultura, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Ravenna, di Coop alleanza 3.0, della Fondazione del Monte di Bologna e di Ravenna, di Assicoop Unipol sai, di Cna, di Reclam, e della Bcc ravennate, forlivese e imolese, e di cui Ravenna24ore è media partner, è in programma “Le volpi”, nuovo spettacolo di Lucia Franchi e di Luca Ricci, entrambi della compagnia “CapoTrave”, che sostituisce “Le vacanze”, inizialmente previsto dal calendario.

In questo spettacolo, dei già citati Lucia Franchi e Luca Ricci, e con Antonella Attili, Giorgio Colangeli e Federica Ombrato, i due autori della compagnia CapoTrave continuano a scandagliare la provincia italiana considerandola metafora del Paese. Nell’ombra di una sala da pranzo, all’ora del caffè, in un’assolata domenica di agosto, si incontrano due piccoli notabili della politica locale e la figlia di una di loro. Tutto intorno, i pensieri volano già al mare e alle vacanze, eppure restano da mettere in ordine alcune faccende che interessano i protagonisti della storia.
Davanti a un vassoio di biscotti vegani, si confessano legittimi appetiti e interessi naturali, si stringono e si sciolgono accordi, si regola la maniera migliore di distribuire favori e concessioni, incarichi di servizio e supposti vantaggi. La provincia italiana diventa la vera protagonista della vicenda, una sorta di microcosmo in cui osservare le dinamiche di potere, che hanno sempre a che fare coi desideri e con le ossessioni degli individui. Morbidamente, si scivola dentro un meccanismo autoassolutorio per cui è legittimo riservarsi qualche esiguo tornaconto personale, dopo essersi tanto impegnati nella gestione della cosa pubblica. La corruzione è proprio questo concedere a se stessi lo spazio di una impercettibile eccezione. Come scrive Leonardo Sciascia nel suo romanzo dal titolo “Todo modo”, “i grandi guadagni fanno scomparire i grandi principi, e i piccoli fanno scomparire i piccoli fanatismi”.

Di seguito, una breve descrizione degli attori protagonisti de “Le volpi, spettacolo in programma sabato 13 aprile, al teatro Rasi di Ravenna, alle 21, nell’ambito de “La stagione dei teatri”:

  • Antonella Attili; esordisce al cinema come madre del piccolo Totò in “Nuovo cinema paradiso”, di Giuseppe Tornatore, e da lì lavora, in ruoli di rilievo, con Avati, con Scola e con la Archibugi. In teatro, invece, lavora con Coltorti, con Sepe, con Cavosi e con la Dandini. Raggiunge la popolarità col ruolo della siciliana Agnese Amato ne “Il paradiso delle signore”, e con una serie di monologhi a “Propaganda Live”, di Diego Bianchi, in onda su La7 
  • Giorgio Colangeli; nel 1999, per “La cena”, di Ettore Scola, “Nastro d’argento”, e, nel 2007, per “L’aria salata”, di Alessandro Angelini, “David di Donatello”. Sempre sullo schermo, è stato Salvo Lima ne “Il divo”, di Paolo Sorrentino, e ha lavorato, tra i moltissimi altri, con Rubini, con Muccino, con Luchetti e con Genovese. In teatro, invece, ha interpretato papa Ratzinger ne “I due papi”, di Anthony McCarten
  • Luisa Merloni; fondatrice, insieme a Manuela Cherubini, della compagnia “Psicopompo teatro”, con la quale hanno portato in Italia, per prime, i testi di lingua spagnola di Juan Mayorga, di Daniel Veronese e di Rafael Spregelburg, tutti e tre autori, vincendo, nel 2008 e nel 2010, due premi “Ubu”, entrambi per il miglior testo straniero

Per quanto riguarda i biglietti, coloro che avevano il titolo incluso nell’abbonamento per lo spettacolo dal titolo “Le vacanze”, precedentemente in programma, potranno usare lo stesso biglietto conservando il medesimo posto. Il ticket, valido per un posto nel settore unico e acquistabile nella biglietteria del teatro Rasi di Ravenna, il giovedì, dalle 16 alle 18 e da un’ora prima di ogni event, costa 18€ per l’intero; 16€ per il ridotto; e 10€ per gli under 26 e per gli abbonati a “La stagione dei teatri”. Le informazioni sui destinatari del biglietto ridotto, e sui vantaggi e sulle promozioni per gli abbonati, per le Cral aziendali, per i gruppi organizzati e per i gruppi scolastici, per l’iniziativa dal titolo “Ti presento i miei” e per il servizio di trasporto gratuito per gli spettatori del forese e di Alfonsine, è necessario visitare il sito web www.ravennateatro.com.

Per maggiori informazioni è necessario o telefonare allo 0544 30227, oppure inviare una mail o all’indirizzo info@ravennateatro.com, o all’indirizzo biglietteria@ravennateatro.com.