Al teatro Rasi alle 20.30 parteciperà anche il maestro d’animazione Enzo d’Alò

La 25esima edizione del festival “Corti da sogni-Antonio Ricci” è giunta alle battute finali. Nella giornata di oggi, sabato 20 aprile, al teatro Rasi di Ravenna, alle 20.30, infatti, nel momento in cui cominceranno le proiezioni, si conosceranno i vincitori della manifestazione. Oltre alle tradizionali categorie in concorso, tra cui l’”European sogni award”, il “Sogni d’oro”, i “Mitici critici” e il premio “Giuseppe Maestri”, quest’anno debutta il premio “Ivano Marescotti”, che sarà assegnato alla migliore interpretazione nell’ambito dei cortometraggi in concorso nella categoria “Made in Italy” e che sarà consegnato da Erika Leonelli, moglie di Ivano. 

Alla serata di premiazioni, inoltre, parteciperà anche Enzo d’Alò, regista e maestro del cinema d’animazione, considerato, come affermato in una nota, uno dei massimi esponenti europei del settore e tra i pochi autori del continente a poter vantare, nel suo curriculum, sei lungometraggi d’animazione, usciti con successo nelle sale di tutto il mondo. Il pubblico in sala, invece, attraverso una votazione in presenza, sarà chiamato a decidere la sezione “Creatività in sala”, decretando il corto più creativo del festival.

Il programma della giornata di oggi, sabato 20 aprile, poi, sarà preceduto al cinema Mariani di Ravenna, dall’appuntamento per le scuole al cinema Mariani. Alle 10, infatti, d’Alò terrà una masterclass di fronte a una platea di studenti delle scuole superiori. Il maestro del cinema d’animazione presenterà “Mary e lo spirito di mezzanotte”, suo ultimo film d’animazione in cui la protagonista è Mary, una ragazza di undici anni con un’incontenibile passione per la cucina. Il suo sogno, infatti, è diventare una grande chef. Emer, sua nonna, con cui ha un rapporto davvero speciale, la incoraggia a realizzare il suo sogno.  

Inoltre, nella serata di giovedì 18 aprile, alla presenza di Fabio Sbaraglia, assessore alla cultura del Comune di Ravenna, sono stati assegnati due premi frutto del percorso del circolo “Sogni” negli istituti scolastici del territorio. La giuria, composta dalla classe 1^C del liceo scientifico “Oriani” di Ravenna, con coordinatrice la professoressa Angela Malfitano, ha assegnato il premio “Film school”, della categoria riservata alle opere prodotte dalle scuole e dalle università di cinema nazionali e internazionali, a “Katvoman”, corto iraniano di Hadi Sheibani. L’opera, più specificatamente, affronta, con maestria e con grande efficacia, il delicato tema della violenza di genere. A ritirare il premio è salita sul palco Shervin Haravi, attivista persiana. 

Gli studenti della classe 2^E della scuola media “Montanari” di Ravenna, loro coordinati dalla professoressa Viviana Marchetti, invece, hanno invece deciso l’opera vincitrice della categoria “Green school”. Il premio è andato a “Grogh. Storia di un castoro”, cortometraggio di animazione firmato da Gianni Zauli e da Alberto Baioni, entrambi autori romagnoli Per maggiori informazioni è necessario visitare il sito web www.cinesogni.it.