Artevento 2023 (Foto Renè Maier)

Sabato 27 aprile prosegue Artevento Cervia, con la celebrazione dell’anno del drago attraverso i focus su Cina e Giappone e l’edizione speciale della “Notte dei Miracoli” per i 700 anni dalla morte di Marco Polo

Si avvicina il secondo weekend della 44° edizione di ARTEVENTO CERVIA, per il quale sono previste performance di aquiloni da togliere il fiato, spettacoli circensi indimenticabili ed eventi diurni e notturni adatti ad un pubblico di ogni età.

Fino al 1° maggio, tra le saline, la pineta e il mare di Pinarella di Cervia, il Festival Internazionale dell’Aquilone più longevo al mondo ha organizzato 12 giorni all’insegna dell’ecosostenibilità ambientale, della fratellanza fra i popoli, ma soprattutto del divertimento, sotto un cielo pieno di colori.

Guidata da Caterina Capelli in qualità di Art Director, l’edizione dei record celebra infatti sia la pace e l’unità nella diversità come valori fondanti dell’umanità e del diritto dell’individuo – con la presenza di ben 50 delegazioni provenienti dai 5 continenti e oltre 250 artisti invitati – sia lo sviluppo sostenibile con una dedica speciale alla Regione Emilia-Romagna, volta a celebrarne la rinascita dopo la catastrofica alluvione della scorsa primavera.

IL PROGRAMMA DI SABATO 27 APRILE 2024

Sabato 27 aprile si tinge dei colori dell’arcobaleno a partire dalle ore 10.00 con l’apertura dell’Area aquiloni d’arte ed etnici, l’Area aquiloni giganti e 3D Air Creations e l’Area esibizioni dove prende il volo lo scenografico display di aquiloni provenienti da 50 paesi del mondo, permettendo al pubblico di immergersi sin dalle prime ore del mattino nell’atmosfera variopinta del festival delle meraviglie.

Come ogni giorno, dalla stessa ora presso la Fiera del Vento Nord nella reception di ARTEVENTO sarà possibile iscriversi ai laboratori di aquiloni, ai quali la manifestazione dedica la parte più preziosa della sua programmazione annuale. Infatti, ARTEVENTO CERVIA è il primo festival ad istituire una “scuola di aquiloni” con attività tematiche studiate appositamente per promuovere le tradizioni dell’arte del vento in relazione al valore guida della sostenibilità ambientale, organizzando laboratori e corsi riservati a scuole di ogni ordine e grado, per bambini e per adulti.

Il vero show inizia dalle 10.30 presso l’Area STACK con i briefing dei piloti e le gare open e novice del campionato italiano di volo acrobatico Cervia’s Cup a cura di STACK Italia Federazione Volo Acrobatico, partner sportivo di ARTEVENTO. Vi segnaliamo anche la presenza del leggendario team UK The Decorators, i francesi Guess e Cerf Volant Folies, il Team KiteLife e Winfall dagli USA e gli italiani Team’magini e Vulandra. Danzeranno fra le nuvole a tempo di musica anche il Maestro di Volo Multiplo Acrobatico Giovanni Govoni, le campionesse Sara Rizzetto e Lisa Willoughby dagli USA, l’inglese Carl Robertshaw, i francesi Gregory Reynes, Philippe Comble e Ronan Saunier, il coreano Jea Hwan Oh e il Greco Kostantin Ratsos, solo per citarne alcuni.

Per la prima volta a Cervia arriva anche uno degli ambasciatori della fusione fra il mondo dell’aquilone e quello dell’arte performativa: il londinese Chris Goff, celebre oltre che come membro dei leggendari Scratch Bunnies, anche per la lunga esperienza come pilota acrobatico per il Cirque du Soleil, nella megaproduzione Toruk ispirata al film di Cameron Avatar.

Si prosegue alle 11.00 nell’Area Souvenir Photo Panorama con “Artevento Souvenir Photo”, l’appuntamento riservato ad adulti e bambini dedicato agli Ospiti d’Onore, con i quali il pubblico avrà la possibilità di scattare una foto ricordo. L’evento sarà replicato nel pomeriggio alle ore 16.00 presso la stessa location.

Segue alle 11.30 lo spettacolo mattutino del Circo Madera – circo contemporaneo (senza animali) coprotagonista di questa edizione – chiamato “Lebe Street”, un one man show in cui un personaggio curioso e bizzarro, con movimenti acrobatici in sella alla sua bici, gira di piazza in piazza in cerca di nuove avventure. Un animo clown che ama vivere il presente giocando con le azioni più semplici vi trasporterà in un viaggio al lato dell’immaginario, accompagnato da un corpo in costante ricerca di equilibrio.

(Foto Wolfgang Bieck)

Un intero momento volto ad omaggiare il Giappone è previsto presso l’Area delle esibizioni dalle 11.00 fino al primo pomeriggio. Infatti, per l’occasione ARTEVENTO incontrerà la Dott.ssa Patrizia Cirino, funzionaria demoetnoantropologa Direzione Musei Emilia-Romagna, il Professore Marco del Bene, Docente di Storia del Giappone presso Università La Sapienza Roma, e la restauratrice della carta Dott.ssa Nella Poggi Parigi. Segue la presentazione degli artisti del vento giapponesi Makoto Ohye e Yoh Yashuda.

Non mancherà il consueto appuntamento alle 14.00 con Korea Special Guest 2024, dedicato alla Corea Ospite d’Onore di questa edizione da record, seguito alle ore 15.00 da “East Meets West”, la performance dell’artista vietnamita Quan Hang Cao, che – come il giorno precedente – propone un display di aquiloni sonori tradizionali vietnamiti decorato con i segni dello zodiaco occidentale e cinese, simbolo dell’unione tra Oriente e Occidente.

Non perdetevi inoltre il secondo spettacolo del Circo Madera dal titolo “Gran Cabaret Madera”, previsto per le 15.30 presso lo chapiteau accanto al Kite Circus Village in Piazza Premi Nobel, con una replica che si terrà alle 17.30 nella medesima location.

Dalle 15.30 segue un focus sulla Cina con un approfondimento sulla tradizione di Pechino grazie all’esclusiva presenza del Maestro Ha Yiqi.

Alle 16.30, i visitatori potranno lasciarsi stupire dal volo de “L’aquilone di Iqbal” progettato dall’artista pakistano Iqbal Husain e presentato personalmente a Cervia.

Alle 17.00 torna l’irruzione festosa messa in scena dal Circo Madera intitolata “Pillole di… Circo Madera”, seguita alle 17.30 dall’abituale rassegna di esibizioni di volo acrobatico a ritmo di musica in solo, coppia e team dal nome “Sport Kite Show”.

Per gli amanti della musica e dello stare in compagnia, ARTEVENTO organizza alle 18.00 “Aperitivo in musica”, seguito alle 20.30 da un concerto organizzato presso l’Area delle esibizioni e presentato da Fracass&Ganasa Band (Svizzera) dal titolo “Aspettando la Notte dei Miracoli…”, volto ad intrattenere i visitatori in attesa dell’inizio di una delle serate più sbalorditive del Festival, sulla spiaggia costellata di lanterne e giardini del vento.

Alle ore 21.00, infatti, prende vita l’edizione speciale dell’iconica “Notte dei Miracoli” intitolata “In viaggio fra draghi e lanterne” e dedicata alla celebrazione dei 700 anni dalla morte di Marco Polo, viaggiatore e mercante veneziano che per primo nella storia di Occidente lasciò testimonianza scritta (1298) circa l’esistenza in Cina di un “oggetto volante”, descrivendo l’aquilone nelle pagine de “Il Milione”. La serata sarà simboleggiata dal drago, unico animale mitologico dello zodiaco cinese e suo segno più amato, che riveste un significato speciale per gli ospiti del Festival, i quali vi riconoscono l’emblema stesso dell’aquilone, chiamato non a caso “drago” in molte linque del mondo. ARTEVENTO CERVIA rende omaggio ai paesi nei quali l’arte del vento è nata e si è diffusa raggiungendo la massima ricchezza e complessità espressiva, tra cui la Cina, celebrando insieme a loro l’anno del drago iniziato con il capodanno lunare lo scorso 10 febbraio e festeggiato in larga parte dell’Asia Orientale.

Vi ricordiamo che fino al 1° maggio sarà possibile visitare le due esposizioni dedicate a due grandi artisti internazionali, quali il campione britannico Carl Robertshaw – la cui mostra è allestita presso lo “spazio sospeso” di Officina Artevento, visibile ogni giorno dalle 10.00 alle 17.00 – e il tedesco Wolfgang Bieck, Maestro della KAP Kite Aerial Photography – per il quale ARTEVENTO CERVIA ha organizzato una mostra presso la Sala Rubicone, nel Comparto dei Magazzini del Sale, anche questa visibile tutti i giorni del Festival dalle 14.00 alle 17.00 e dalle 21.00 alle 23.00.