L'"Italian jazz orchestra", diretta da Fabio Petretti (foto di Giampaolo Solitro)

Venerdì 3 maggio al teatro Alighieri la serata d’apertura della 51esima edizione della manifestazione

Venerdì 3 maggio, al teatro Alighieri di Ravenna, alle 21, è in programma l’inaugurazione della 51esima edizione del Ravenna jazz, organizzato da “Jazz network”, in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Ravenna e con l’assessorato alla cultura e paesaggio della Regione Emilia-Romagna, col sostegno del Ministero della cultura e col patrocinio di Anci Emilia-Romagna. Nella prima serata della manifestazione, è in programma il concerto dal titolo “Blue suede shoes”, con l’esibizione dell’”Italian jazz orchestra”, diretta da Fabio Petretti, e con Rita Marcotulli, pianista, e John De Leo, cantante, come solisti ospiti d’eccezione. La produzione originale che proporranno è un omaggio alle musiche di Elvis Presley.

Torna, così, in scena la produzione originale dell’edizione del 2023 del festival Crossroads, dedicata alle canzoni di Presley, rivisitate in forma jazz-sinfonica dall’orchestra diretta da Petretti. Tra rock ’n’ roll e pop d’alto profilo, lo stesso Elvis aveva scoperto il potenziale del proprio repertorio tradotto in arrangiamenti opulenti. Giuseppe Zanca, Massimo Morganti, Marco Postacchini e il prima citato Petretti firmano gli arrangiamenti, per un organico di una ventina di strumentisti; mentre, in veste di ospiti speciali, sono convocati la Marcotulli e De Leo, la cui versatilità vocale e la cui spiccata personalità sono un ottimo biglietto da visita per il confronto con un’icona come Presley. Alle spalle degli artisti, invece, sullo sfondo del palco, scorreranno immagini di repertorio, spezzoni di film, concerti, special televisivi e interviste di Elvis, creando una scenografia in movimento.

Di seguito, una breve descrizione di Rita Marcotulli, pianista, e di John De Leo, cantante, solisti ospiti d’eccezione della serata, in programma venerdì 3 maggio, al teatro Alighieri della città bizantina, alle 21, che apre la cinquantesima edizione del Ravenna jazz:

  • Rita Marcotulli; tra le figure più caratterizzanti del jazz italiano dagli anni Ottanta a oggi. Formatasi musicalmente nella vivace scena jazzistica romana dei primi anni Ottanta, la Marcotulli si è inizialmente distinta come eccellente pianista mainstream, nella qual veste vanta collaborazioni dai risultati significativi con Chet Baker, con Steve Grossman, con Joe Henderson, con Joe Lovano, con Sal Nistico, con Dewey Redman, con Billy Cobham, con Peter Erskine e con Enrico Rava. Progressivamente, poi, si è orientata verso una musica più personale e, per usare un termine ormai entrato nella musicologia jazzistica, all’europea, ampliando il novero delle sue collaborazioni, tra cui figurano Palle Danielsson, Carlo Rizzo, Maria Pia De Vito, Michel Benita e Andy Sheppard, e ponendosi alla guida di gruppi dalla forte progettualità
  • John De Leo; ha sollevato il cantautorato italiano ben al di sopra di un collage di testi scarnamente armonizzati. Con la sua voce, che è un camaleontico strumento musicale, De Leo ha ben pochi simili nel panorama canoro del Belpaese. Piuttosto, lo si può considerare erede delle sperimentazioni vocali di un Demetrio Stratos o di una Cathy Berberian. Questa unicità è sempre stata evidente nella sua carriera, segnata dalle collaborazioni, non solamente musicali, tra gli altri, con Stewart Copeland, con Uri Caine, con Louis Andriessen, con Trilok Gurtu, con Stefano Benni, con Banco del mutuo soccorso, con Carlo Lucarelli, con Franco Battiato, con Ivano Fossati e con Alessandro Bergonzoni

Per quanto riguarda i biglietti, acquistabili o nella biglietteria del teatro Alighieri di Ravenna, nei giorni feriali, dalle 10 alle 13 (il giovedì anche al pomeriggio, dalle 16 alle 18), e durante i giorni di spettacolo (sebbene coi diritti esclusi per la vendita dei biglietti), alle 20, o nelle agenzie e filiali della Cassa di Ravenna, o allo iat di Ravenna, o allo iat di Cervia (in questi ultimi due con una maggiorazione del 10% sul prezzo dei ticket); oppure online (anche in questo caso, con una maggiorazione del 10% sul prezzo dei biglietti), visitando o il sito web www.teatroalighieri.org, oppure il sito web www.crossroads-it.org, il ticket intero nella platea e nei palchi del primo ordine, del secondo ordine e del terzo ordine costa 30€ e il ridotto costa 26€; nei palchi del quarto ordine e nella galleria, il biglietto intero costa 25€ e il ridotto 22€; mentre, nel loggione, il biglietto intero costa 20€ e il ticket ridotto, invece, costa 16€. Inoltre, in occasione dell’edizione del 2024 del Ravenna jazz, è possibile anche comprare o degli abbonamenti, oppure dei carnet biglietti per le otto serate nei club, in programma sabato 4 maggio, domenica 5 maggio, lunedì 6 maggio, martedì 7 maggio, mercoledì 8 maggio, venerdì 10 maggio, sabato 11 maggio e domenica 12 maggio. La card1 costa 72€, con la promozione che è riservata ai primi dieci abbonati; mentre, la card2, con prenotazione obbligatoria entro sabato 4 maggio, costa 88€.

Per maggiori informazioni è necessario o telefonare allo 0544 405666, o inviare una mail all’indirizzo info@jazznetwork.it, oppure visitare il sito web www.ravennajazz.it, o www.crossroads-it.org, o www.erjn.it, oppure www.jazznetwork.it.