Ogni sera nel Pavaglione spettacoli di fuochi, giocoleria, magia e comicità e dalle 19 le osterie dei Rioni aperte

Dall’11 al 19 maggio torna la Contesa Estense. Il Palio 2024 della città di Lugo, anticipato dalla cena medievale che si è svolta domenica 5 maggio nel cortile della Rocca, è pronto a far immergere il centro storico nell’atmosfera dei tempi di Borso d’Este nel 1471, quando tornando da Roma dove papa Paolo II l’aveva nominato Duca di Ferrara, si fermò nel castello di Lugo con il suo spettacolare corteo.

La festa rievoca questo passaggio della storia della città e, come è tradizione, comprende le sfide di sbandieratori e musici dei quattro rioni cittadini (Cento, De’ Brozzi, Ghetto, Madonna delle Stuoie), spettacoli nel Pavaglione e conferenze nel salone Estense, la serata nella quale verrà eletta la “Soave creatura” e il tradizionale palio della Caveja che conluderà la Contesa domenica 19 maggio.

Le conferenze riguardano diversi temi dalle bonifiche nel basso medioevo alla storia del periodo che si rievoca nella contesa. Si parte il 14 maggio, alle 21 nel salone Estense, con “Un paesaggio che prende forma: bonifiche nel basso medioevo nella Romagna Estense” con la relazione di Michele Abballe, ricercatore dell’Università di Gent e del CNR. Il 16 maggio, sempre alle 21 nello stesso luogo, Federico Marangoni, responsabile nazionale Aics delle rievocazioni storiche, parlerà di “Con la spada in pugno: duelli d’onore e tornei alla fine del ‘400” mentre il 17 maggio il vice direttore dell’Archivio di Stato di Modena Miles Negrini si soffermerà “Tra signorie e papato: vicende della Romagna Estense”.

Ogni sera nel Pavaglione spettacoli di giocoleria, di fuochi, giocoleria, magia e comicità e dalle 19 le osterie dei Rioni aperte.

Nella giornata di apertura, sabato 11 maggio, dalla mattina gli accampamenti militari e il mercatino medievale di arti e mestieri vicino alla Rocca. Alla sera l’apertura del Palio 2024 e i trofei di sbandieratori e musici. Il 15 maggio, giorno del patrono di Lugo s. Ilaro, il corteo di rievocazione storica degli onori a Borso d’Este e le prove che precedono l’elezione della Soave Creatura. Alle 23 lo spettacolo di fuochi d’artificio.

Il drappo del Palio della Contesa quest’anno raffigura Guglielmo Marconi nei 150 anni dalla nascita.