Tadej Pogacar (UAE) Venaria Reale Giro d'Italia
L'attuale leader della classifica Tadej Pogacar a Venaria Reale prima di indossare la maglia rosa (Foto Bob Cullinan / Shutterstock.com)

La corsa rosa nel cuore dei territori colpiti un anno fa, a Faenza, Cotignola, Bagnacavallo, Lugo, Sant’Agata, Massa Lombarda e Conselice

Il 107° Giro d’Italia rende omaggio alla Romagna alluvionata.

Venerdì 17 maggio, la carovana rosa arriva in Emilia-Romagna con la 13a tappa, da Riccione (Rn) a Cento (Fe), con un lungo tratto in provincia di Ravenna. Una tappa speciale che si snoderà nel cuore dei territori colpiti, esattamente un anno dopo il secondo, drammatico evento. 

Una scelta che gli organizzatori della più importante competizione ciclistica italiana hanno condiviso con la Regione, per non dimenticare e continuare a tenere alta l’attenzione su una terra ferita, che ha pagato un altissimo prezzo in termini di vite umane, danni alla popolazione e al territorio.

Un’opportunità importante in termini di visibilità e un segnale concreto di vicinanza, a conferma dell’importante funzione anche sociale che lo sport può svolgere.

La 13^ tappa del Giro attraverserà le province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna, Bologna e Ferrara. In tutto 179 km quasi interamente pianeggianti, con partenza da una delle località turistiche più rinomate della Riviera emiliano-romagnola e arrivo nella città del Guercino, sede di un importante carnevale storico. Sarà l’occasione anche per ricordare il grande ciclista romagnolo Ercole Baldini, al quale è dedicato un traguardo volante.

Nell’anno della Grande partenza Firenze Emilia-Romagna del Tour de France, un altro prestigioso evento sportivo sceglie l’Emilia-Romagna, terra di grandi campioni delle due ruote, e in cui il ciclismo è da sempre tra gli sport più amati e praticati.

Percorso Ravennate e orari

Secondo la cronotabella (disponibile in calce), la carovana rosa dovrebbe entrare in provincia di Ravenna poco prima delle ore 15, arrivando a Faenza da Villanova di Forlì su via Emilia Levante.

Nella città manfreda il gruppo percorrerà via Fratelli Rosselli passando da Borgo Durbecco, per poi svoltare in via Granarolo (appunto tra le 14.50 e le 15) e percorrere la Strada Provinciale Naviglio costeggiando Cotignola.

Tra le 15.09 e le 15.21 il passaggio da Bagnacavallo, dove si supererà un passaggio a livello prima della svolta in via Chiusa.

A seguire l’attraversamento di Lugo: via Piratella, poi via di Giù, via Albertino Acquacalda e via Foro Boario, dove è previsto il traguardo volante Intergiro, con passaggio previsto tra le 15.16 e le 15.28.

Il gruppo percorrerà poi viale de’ Brozzi per imboccare via San Vitale e proseguire con l’attraversamento di Sant’Agata sul Santerno lungo la Sp 253 (tra le 15.23 e le 15.36).

Prevista quindi la svolta in viale Giulio Zaganelli per il passaggio da Massa Lombarda, prima in via Piave e in viale Baracca, tra le 15.27 e le 15.40, poi per piazza Andrea Costa e viale della Repubblica, per imboccare via Martiri della Libertà verso Fruges.

La corsa costeggerà poi il Canale Zaniolo proseguendo sulla via Selice e poi via Nuova Selice fino a Conselice: qui il percorso prevede la svolta su via Gagliazzona e il passaggio per via Giuseppe Garibaldi. Tra le 15.39 e le 15.53 la svolta su via Puntiroli per proseguire su via Guglielma uscendo dal paese verso la Provincia di Bologna, passando da località Chiesanuova in direzione Molinella.