Alla sala Spadolini della fondazione “Casa Oriani”, alle 17.30, con protagonisti esperti e giornalisti

Dopo le elezioni europee, martedì 25 giugno, alla sala Spadolini della fondazione “Casa Oriani” di Ravenna, alle 17.30, esperti e giornalisti si confronteranno in una tavola rotonda dal titolo “Dopo le elezioni, verso la governance europea”. L’analisi e la discussione su come sono andate le elezioni europee e su quali scenari si aprono per la governance dell’Unione europea saranno affidate a un panel d’eccezione, ossia inviati a Bruxelles, capitale del Belgio, di importanti testate, studiosi e istituzioni.

Dopo i saluti istituzionali di Fabio Sbaraglia, assessore alla cultura del Comune di Ravenna, interverranno Daniele Pasquinucci, dell’università di Siena; Michele Marchi, dell’università di Bologna; Beda Romano, da remoto, corrispondente de Il Sole 24 ore; Angela Mauro, da remoto, corrispondente dell’Huffington post; David Carretta, da remoto, de Il Foglio e di Radio radicale. La moderazione, invece, sarà a cura di Giulia Di Filippo e Alberto Ricci, entrambi giovani volontari del centro “Europe direct della Romagna”.

L’iniziativa, aperta alla cittadinanza, è organizzata dallo stesso centro “Europe direct della Romagna” del Comune di Ravenna, in collaborazione col dipartimento di beni culturali del campus di Ravenna dell’università di Bologna e con la fondazione “Casa Oriani”, ed è inserito nell’azione “O.p.e.Ra”, l’”Osservatorio post elezioni europee” che, a Ravenna, il centro “Europe direct” sta conducendo insieme a volontari e a volontarie interessati a comprendere sempre meglio il presente e il futuro dell’Unione europea.