Maltempo (foto di repertorio)

Tra oggi, domenica 27 settembre, e domani ancora rischio temporali in tutto il ravennate, con raffiche di bora sulla costa e pericolo grandine

A partire dal pomeriggio di oggi, domenica 27 settembre, sono previsti temporali associati a raffiche, fulminazioni e probabile grandine sul settore centro-orientale della regione. Inoltre sono previsti venti di bora sulla costa e sul mare superiori a 62 km/h, con raffiche superiori a 74 km/h. Si prevede anche un aumento della ventilazione sul crinale appenninico fino a superare i 62 km/h, con raffiche superiori a 74 km/h.

Nella giornata di domani, lunedì 28 settembre, sulla fascia costiera saranno possibili ancora temporali in esaurimento nel corso della mattinata. La ventilazione, in diminuzione sulla costa, rimarrà di burrasca forte sul mare, determinando un innalzamento del moto ondoso al largo superiore a 2,5 m. La previsione di altezza d’onda è al limite della soglia di attenzione, tuttavia non si escludono locali fenomeni di dissesto, erosioni e/o inondazioni legate all’assenza di protezioni ed alla parziale presenza di infrastrutture turistiche.

Le precipitazioni previste dalla serata di oggi e per la giornata di domani, potranno portare a dei superamenti di soglia 1 nei bacini romagnoli.

La nuova allerta

Per tutto questo l’Agenzia regionale di protezione civile e Arpae Emilia Romagna hanno prolungato fino alla mezzanotte tra domani, lunedì 28 settembre, e dopodomani, l’allerta meteo già in vigore su tutto il territorio della provincia di Ravenna. La nuova allerta è la numero 74 per criticità idraulica, idrogeologica, temporali, vento, stato del mare e criticità costiera. L’allerta è gialla.

L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia Romagna (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/) e anche attraverso twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione “Informati e preparati” ( http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare ).

Le raccomandazioni

Si raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso: prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua ed evitare di accedere ai capanni presenti lungo gli stessi (se si allaga la golena il capanno deve essere evacuato); prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati; fissare gli oggetti sensibili agli effetti della pioggia, della grandine e del vento o suscettibili di essere danneggiati, non accedere a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge.

Divieto di accesso alle dighe

La Capitaneria di porto di Ravenna sensibilizza inoltre la cittadinanza al rispetto dell’Ordinanza n°07/2020 dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale, che, tra l’altro, prevede in caso di allertamento segnalato dalla competente Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile e da ARPAE nonché, comunque, in presenza di condizioni meteo-marine avverse, il divieto a chiunque (ivi compresi i soggetti autorizzati) di accesso e di transito sulle dighe foranee e sui moli guardiani, nonché l’obbligo a chiunque si trovi già in loco di abbandonare urgentemente le infrastrutture.