Maltempo (foto di repertorio)
Foto di repertorio

Allerte diverse in tutti i comuni della provincia: arancione per le piene dei fiumi a Casola Valsenio, Riolo Terme e in Bassa Romagna

Dalle 12 di oggi, venerdì 4 dicembre, alla mezzanotte tra domani, sabato 5 dicembre, e dopodomani è attiva nel territorio della provincia di Ravenna l’allerta meteo numero 94, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia-Romagna. L’allerta è eterogenea e, a seconda dei comuni, riguarda criticità idraulica, criticità idrogeologica, vento, stato del mare e criticità costiera.

L’allerta è gialla per quanto riguarda i comuni di Ravenna, Cervia, Russi, Faenza e Brisighella, arancione a Casola Valsenio, Riolo Terme (per criticità idraulica e idrogeologica, mentre è gialla per il vento) e in Bassa Romagna (per le piene dei fiumi, anche qui è gialla per vento).

A partire dal pomeriggio di oggi, 4 dicembre, come spiega il testo dell’allerta, sono previste precipitazioni diffuse nei settori centro-occidentali, più persistenti e intense sui crinali appenninici dove potranno assumere anche carattere di rovescio. È prevista una ventilazione intensa meridionale sui crinali, (valori tra 75 e 88km/h) e fascia pedemontana centro-occidentale (valori tra 62 e 74 km/h) e sul settore costiero settentrionale (valori tra 62 e 74 km/h).

Per la giornata di domani, 5 dicembre, è previsto lo spostamento dei fenomeni verso est con precipitazioni estese sui settori centrali, con rovesci intensi sui crinali appenninici. Sui rilievi centro-orientali e sul settore costiero settentrionale, è prevista ventilazione intensa (valori tra 75 e 88km/h).

L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia-Romagna (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/) e anche attraverso twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione “Informati e preparati” (http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare).

Si raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso: prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua ed evitare di accedere ai capanni presenti lungo gli stessi (se si allaga la golena il capanno deve essere evacuato); prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati; non accedere a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge.

La Capitaneria di porto di Ravenna inoltre sensibilizza la cittadinanza al rispetto dell’Ordinanza n°07/2020 dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale, che, tra l’altro, prevede in caso di allertamento segnalato dalla competente Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile e da ARPAE nonché, comunque, in presenza di condizioni meteo-marine avverse, il divieto a chiunque (ivi compresi i soggetti autorizzati) di accesso e di transito sulle dighe foranee e sui moli guardiani, nonché l’obbligo a chiunque si trovi già in loco di abbandonare urgentemente le infrastrutture.