MALTEMPO - FIUMI IN PIENA. Chiusa di San Marco (Foto di repertorio)

Territorio in condizioni molto fragili, il Comune invita tutti alla massima prudenza

L’ondata di piogge e piene dei giorni scorsi ha lasciato diffuse criticità idrauliche tuttora persistenti su tutto il territorio della provincia di Ravenna e non solo.

Ci si è messi immediatamente al lavoro per ripristinare gli argini e tutto quanto concorre alla difesa del territorio, ad esempio posizionando sacchi dove ci sono state rotture e allagamenti, ma è necessario precisare che permane ovunque una situazione di grande fragilità. L’attività di monitoraggio è ininterrotta, anche per mezzo dei volontari, per verificare la presenza di eventuali fontanazzi. Le chiusure stradali tuttora permanenti sono necessarie per tutelare la sicurezza delle persone prevenendo incidenti causati da possibili frane.

La soglia di attenzione da parte di tutta la cittadinanza deve quindi essere massima, anche perché dai prossimi giorni sono attese condizioni meteo in deciso peggioramento. Nell’assicurare il massimo impegno da parte di tutte le istituzioni del territorio provinciale, della Protezione civile, di tutte le forze dell’ordine, dei volontari e di tutti i soggetti coinvolti, si ribadisce che restano predisposte nell’eventualità di problematiche tutte le possibili soluzioni di Protezione civile.

Il Comune di Ravenna ricorda che è assolutamente indispensabile:

  • restare lontani dagli argini: in merito sono state anche emanate specifiche ordinanze di divieto, con sanzioni per chi non le rispetta.

Si ricordano inoltre le principali misure di autoprotezione da mettere in atto in caso di rischio idraulico:

  • allontanarsi tempestivamente dalle zone allagabili, e qualora non sia possibile, recarsi ai piani più alti delle abitazioni
  • non accedere ai locali interrati, seminterrati o scantinati
  • non accedere ai sottopassi
  • non accedere agli argini dei fiumi, alle aree golenali o ai capanni da caccia e pesca
  • se si è all’aperto cercare di raggiungere il punto più alto evitando assolutamente i ponti.

Tutti i canali social e i siti dei Comuni coinvolti, e dei rispettivi sindaci, vengono costantemente aggiornati con informazioni di dettaglio su ogni singolo territorio: si raccomanda alla popolazione di tenersi aggiornata tramite i canali ufficiali degli enti di riferimento.