Paolo Cavina

Il commento di Jacopo Morrone (segretario della Lega Romagna)

“C’è l’accordo: Paolo Cavina è il candidato sindaco per Faenza, designato da un’area che abbraccia tutte le forze di centrodestra e tre liste civiche”.
Ne danno notizia il segretario della Lega Romagna, Jacopo Morrone, Andrea Liverani della Lega di Faenza, Bruno Fantinelli di Forza Italia e Alberto Ferrero di Fratelli d’Italia.

Il commento di Jacopo Morrone

“Dopo un’attenta analisi e un proficuo confronto, una vasta area politica e civica – commenta Morrone – abbiamo puntato su Cavina per la Faenza del futuro. Una persona di grande levatura, anche dal punto di vista dell’esperienza amministrativa, che ha posto al centro della propria attività politica principi e valori assolutamente condivisibili per rispondere alle criticità che emergono nell’attuale società, soprattutto in un periodo difficile come saranno i prossimi mesi, quando le ricadute dell’emergenza sanitaria si faranno sentire di più sul piano sociale e economico e quando l’ascolto delle persone sarà fondamentale. Dopo questo primo importante passo, sarà istituito un Tavolo per Faenza, dove far convergere e uniformare le idee e i progetti di cui tutte le forze in campo sono già portatrici in un programma comune”.

Il commento di Insieme per Cambiare Faenza

Per affrontare i tempi più critici e delicati dal dopoguerra ad oggi serve il coraggio di non rimanere solo a guardare, la generosità per mettersi a disposizione senza calcoli e la lucidità per operare scelte lungimiranti per la comunità. 

Nella nostra regione, Faenza si è sempre distinta per una forte presenza moderata e riformista, capace di individuare obiettivi e saperli perseguire, costruendo modelli di crescita, generando lavoro e benessere. Oggi questa cultura e questo modo di intendere la Politica non sono adeguatamente rappresentati. Sicuramente non sono rappresentati da chi in questi anni ha interpretato il proprio ruolo politico producendo fratture e lacerazioni progressive, negli anni in cui avrebbe potuto e dovuto, fare sistema e creare prospettive.

Oggi più che mai serve altro: visione, competenze e condivisone. Per questo intendiamo offrire uno spazio libero. Libero da contrasti, dissidi e contese. Libero da vincoli e condizionamenti interessati. Uno spazio per tutti coloro che non vogliono essere ostaggio di discussioni interminabili per definire a priori una poltrona o una vice poltrona. Uno spazio destinato ad ospitare chi è interessato a costruire la Faenza di domani. Vogliamo pensare al futuro del nostro lavoro, all’acqua che berremo, all’aria che respireremo, alle strade che percorreremo, a come potremo preservare la nostra salute e sostenere coloro che dovessero averne bisogno. 

È prioritario soccorrere la nostra economia, supportare gli esercizi commerciali e le imprese artigiane che ne costituiscono la spina dorsale, destinare l’attenzione che merita al comparto agricolo che unitamente all’indotto, è da sempre trainante per il settore produttivo faentino. Occorre sostenere i redditi delle famiglie e la loro capacità di spesa, unico modo per garantire (anche tramite la fiscalità) l’erogazione dei servizi pubblici.

Siamo ben consapevoli di intraprendere una corsa ad ostacoli in una strada in salita, ma sappiamo anche che la scelta più giusta spesso non coincide con la più semplice. Da oltre dieci anni siamo impegnati per Faenza con passione e civismo, estranei alle logiche e ai riti di partito, concentrati esclusivamente al servizio del nostro territorio. In un lungo percorso inevitabilmente si compiono anche errori. Noi, a differenza di altri, abbiamo avuto la forza di riconoscerli e di trarne le conseguenze.

Per questo oggi offriamo la candidatura indipendente di Insieme per Cambiare e di Paolo Cavina Sindaco, certi che non sarà una avventura solitaria: la costruzione di una coalizione civica, moderata e riformista che si riconosca nei valori del servizio e dell’ascolto è già a buon punto. Saremo accompagnati dalle tante donne e dai tanti uomini liberi che hanno aderito al nostro progetto e da tutti i faentini che vorranno unirsi e sostenere la “lista con il cuore”.

Paolo Cavina è un uomo che da sempre ha i piedi per terra, sulla nostra terra. Pertanto, sarà il perfetto interprete di quelli che saranno i nodi cruciali della nostra attività politica: lavoro, rilancio economico, sostegno alle famiglie e al mondo sociale, promozione del palio su scala nazionale di concerto con i rioni. Vogliamo valorizzare i talenti di ciascuno e costruire un programma che ne sappia finalmente interpretare i sogni per vedere Faenza riemergere”.