L'incrocio tra via Maccalone e via Canala
L'incrocio tra via Maccalone e via Canala

Soddisfazione da parte di Lista per Ravenna, che aveva presentato la mozione chiedendo un intervento urgente

Il consiglio comunale di Ravenna ha approvato martedì scorso la mozione, presentata il 5 gennaio 2020 dal consigliere Alvaro Ancisi, capogruppo di Lista per Ravenna, dal titolo: “VIA MACCALONE È TUTTA UNA FRANA. Adeguarla urgentemente al ponderoso transito veicolare”, integrata con aggiunte della consigliera Patrizia Strocchi, che l’ha anche sottoscritta a nome della maggioranza, insieme al collega Daniele Perini.

Arteria strategica

“Via Maccalone rappresenta – scrive LpR in una nota -, dopo la strada che dà il nome a Piangipane, l’arteria più importante di questo paese. I suoi 2,3 chilometri ne racchiudono l’intero abitato del lato nord. Vi sono situati impianti fondamentali, come l’area tennis, il campo da calcio e la bocciofila, funzionando dunque come collegamento tra il centro storico e la zona sportiva. Costeggiando l’area artigianale/industriale della frazione, via Maccalone è però straziata dal traffico pesante, interdetto invece sulla centralissima via Piangipane. Sulla sua stretta carreggiata convivono infaustamente tutti i mezzi di trasporto, dai bestioni alle gambe umane. Non molto tempo fa, un 83enne è stato travolto in bici da un auto.

La decisione del Consiglio

“La decisione del consiglio comunale è stata quindi di ‘incaricare gli uffici tecnici competenti, affinché, parallelamente alla realizzazione della pista ciclabile, sia progettato il rafforzamento/adeguamento della carreggiata stradale di via Maccalone atto a sostenere il ponderoso traffico veicolare che vi transita, inserendo l’intervento nel Piano Investimenti di prossima approvazione, considerato che è stato incluso nell’elenco di priorità approvato dallo stesso Consiglio Territoriale’. Significa che entro il 2021 la Giunta comunale dovrà approvare il progetto esecutivo dell’intervento e bandire la gara di appalto dei lavori, condizione necessaria perché l’opera possa compiersi entro il 2022”.

Preoccupanti franamenti

“A fine 2019, diversi cittadini del posto avevano contattato Lista per Ravenna lamentando come questa strada manifestasse segni preoccupanti di franamento verso il fossato che la fiancheggia, al punto che il Comune aveva installato cartelli di pericolo con la scritta ‘strada deformata e con pavimentazione irregolare’ in prossimità dell’intersezione con via dell’Abbondanza, la traversa di via Maccalone più utilizzata dagli autotrasportatori perché l’unica che permetta loro di raggiungere agevolmente l’area artigianale/industriale. La situazione, in atto da più di un anno, si stava aggravando rapidamente, col rischio di totale cedimento del fondo stradale al passaggio di un autoarticolato a pieno carico.  Qui sotto la foto.

Stessa situazione franosa anche in prossimità dell’incrocio Maccalone/Canala, l’arteria che collega direttamente Piangipane con Ravenna sul lato est”.

Unanimità in Consiglio

“Il Consiglio territoriale di Piangipane, posto a conoscenza di questa acuta sofferenza viaria su iniziativa del suo vice-presidente Nicola Carnicella ha inserito, a seguito di un’intesa tra lo stesso vice-presidente e il presidente Edgardo Canducci, avvenuta il 3 settembre scorso, di inserire il riassestamento della carreggiata di via Maccalone nell’elenco delle priorità. La mozione Ancisi ne ha preso atto, per iniziativa della consigliera Strocchi, insieme alla specifica che l’opera venga inserita nel piano comunale degli investimenti del 2021. Il consiglio comunale l’ha approvata all’unanimità così emendata, votandone a parte, allo stesso modo, anche l’immediata eseguibilità. Ciò significa che entro il 2021 la Giunta comunale dovrà approvare il progetto esecutivo dell’intervento e bandire la gara di appalto dei lavori, condizione di garanzia perché l’opera possa compiersi entro il 2022”.