Massimo Isola (foto di repertorio)

Il candidato del centrosinistra vince nettamente con poco meno del 60% dei consensi, PD primo partito con 33,94%

La notizia si è diffusa sui social ben prima che i dati fossero ufficiali, con molti esponenti del PD che già in mattinata avevano annunciato la vittoria: Massimo Isola, candidato della coalizione unita di centrosinistra e Movimento 5 Stelle, è il nuovo Sindaco di Faenza.

Battuti, senza bisogno di ricorrere al ballottaggio, come invece era accaduto nella precedente tornata elettorale del 2015 a Giovanni Malpezzi (senza però l’alleanza con il M5S), gli altri tre candidati: Paolo Cavina, per il centrodestra, Roberto Gentilini per Potere al popolo e Paolo Viglianti, per Pci e Rifondazione comunista.

Affluenza alle urne in forte crescita: si è infatti recato alle urne il 69,21% degli aventi diritto contro il 58,96% di 5 anni fa.

I risultati

I dati ufficiali, riportati sul sito del Viminale, confermano la netta affermazione di Massimo Isola (centrosinistra), che chiude lo spoglio al 59,53% (18.162 voti) contro il 38,24% (11.667 voti) di Paolo Cavina (centrodestra). 1,19% (363 voti) e 1,04% (318 voti) rispettivamente per Roberto Gentilini (Potere al popolo) e Paolo Viglianti (Pci e Rifondazione comunista).

Le liste

Per quanto riguarda le liste, a sostegno del neo eletto sindaco il Partito Democratico è il primo partito con il 33,94% dei voti (10.029). Per le altre forze a sostegno di Massimo Isola, la lista Faenza Cresce porta a casa il 7,39% (2.185), Faenza Coraggiosa il 7,22% (2.134), il Movimento 5 Stelle il 4,46% (1.317), Italia Viva il 3,85% (1.139), Faenza Contemporanea l’1,91% (565), ed Europa Verde l’1,73% (511).

A sostegno di Paolo Cavina la Lega fa registrare il 18,67% (5.517 voti), Fratelli d’Italia il 7,34% (2.170), Insieme per Cambiare il 4,45% (1.314), Per Faenza il 4,19% (1.238), Rinnovare Faenza l’1,34% (397) e il Popolo della Famiglia l’1,22% (360).

Infine Potere al Popolo ottiene l’1,22% (360 voti) e Rifondazione Comunista l’1,07% (316).

I seggi

La coalizione di centrosinistra a sostegno di Massimo Isola ottiene 15 seggi in consiglio comunale (9 per il PD, 2 per Faenza Cresce e Faenza Coraggiosa, 1 per il M5S e Italia Viva), mentre il centrodestra si ferma a 8, compreso lo stesso Paolo Cavina (5 per la Lega, 1 a testa per Fratelli d’Italia, Insieme per Cambiare e Per Faenza).