Silvio Berlusconi (Foto Alexandros Michailidis / Shutterstock.com)

Manifestazione in programma per lunedì 24 gennaio, alle ore 17, in piazza del Popolo

“Abbiamo già dato”. Questo il nome delle manifestazioni organizzate dal movimento delle Sardine, che nei giorni prossimi si svolgeranno in molte città italiane contro la candidatura a Presidente della Repubblica di Silvio Berlusconi.

“Abbiamo già dato – scrivono gli organizzatori – perché l’età berlusconiana ha lasciato cicatrici culturali profonde e nessuna eredità politica degna di questo nome. Ci sono voluti anni per rimarginare quelle ferite e non consentiremo a nessuno di riportarci in quella stessa situazione da cui siamo riusciti a scappare. Accostare il nome di Silvio Berlusconi alla carica presidenziale è per noi un insulto alla nostra Costituzione e alla storia repubblicana. Per questo sentiamo il dovere di scendere in piazza per rivendicare una totale distanza tra noi e quei vent’anni di berlusconismo.

Il Presidente della Repubblica ha anche la fondamentale responsabilità d’essere esempio morale per il Paese e Berlusconi non ha la credibilità per farlo, la sua storia parla per lui. Le ragioni di incompatibilità sono innumerevoli e le abbiamo bene in mente. Le vogliamo ricordare e raccontare nella pubblica piazza, dove siamo nate e dove molti di noi si sono incontrati, perché il disgusto verso un’epoca politica che non vogliamo ritorni lo dobbiamo gridare forte e chiaro. Se la candidatura di Berlusconi non dovesse essere ritirata sarà necessario scendere in piazza anche a Ravenna, siamo sentinelle e questo è il momento di vigilare perché i nostri valori costituzionali non vengano calpestati, ancora una volta. Per questo chiediamo a tutti i cittadini di scendere in piazza con noi”.

La manifestazione è in programma per lunedì 24 gennaio, alle 17, in piazza del Popolo.