Nicola Pondi, candidato sindaco per Fusignano
Nicola Pondi, candidato sindaco per Fusignano

“Questa candidatura viene da un capillare lavoro di ascolto della comunità”

Nicola Pondi sarà il candidato a guidare l’amministrazione di Fusignano per la coalizione composta da Partito Democratico, Partito Repubblicano e Partito Socialista nella lista “Insieme per Fusignano”.

Dopo un’attenta fase di ascolto dei cittadini svoltasi nei mesi scorsi, è stata formalizzata la candidatura dell’attuale capogruppo della lista “Insieme per Fusignano”, eletto alle ultime amministrative del 2019.

Nicola Pondi è architetto libero professionista, da sempre attivo nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, consigliere ANPI nella sezione di Fusignano, presidente dello storico circolo Arci Brainstorm e consigliere provinciale in Arci Ravenna.

“È stata una decisione – ha commentato la segretaria del PD Mirta Battaglia – che dà il via ad una campagna elettorale importantissima, durante la quale ci impegneremo con la comunità su temi di fondamentale importanza per lo sviluppo di Fusignano: dal rilancio economico alla sostenibilità, per un territorio che non lasci indietro nessuno, in cui sentirsi sempre sicuri. Siamo determinati a coinvolgere tutte le energie positive nella realizzazione del nostro futuro”.

“La direzione si è espressa in maniera unanime sulla candidatura di Pondi a seguito di un percorso di consultazioni approfondito e largo– ha aggiunto il segretario provinciale del PD Alessandro Barattoni. Questo è un punto di partenza importante in vista di una campagna elettorale che vogliamo fare presentando un programma credibile, fondato sui nostri valori per migliorare e continuare a costruire qualcosa per la collettività. Vogliamo realizzare servizi di qualità e investimenti pubblici, facendo crescere e rendendo ancora più vitali le comunità come Fusignano che negli ultimi anni hanno saputo affrontare bene le diverse criticità che si sono presentate”.

“Questa candidatura viene da un capillare lavoro di ascolto della comunità – ha dichiarato Nicola Pondi – che non si è limitata a esprimere dei nomi, ma piuttosto dei temi che saranno centrali per il lavoro che da oggi andremo a intraprendere per costruire una proposta credibile e condivisa con la cittadinanza. Non posso che essere grato per la stima e la fiducia che mi sono state riconosciute, ma la mia disponibilità viene, prima di tutto, dalla consapevolezza di avere al mio fianco una squadra di persone di qualità”.