Una ragazza con l'influenza (foto di repertorio)

Question Time di Daniele Perini  (capogruppo comunale AmaRavenna)                                                             

Riportiamo di seguito l’interrogazione che Daniele Perini indirizza al sindaco di Ravenna Michele de Pascale a proposito della reperibilità dei vaccini antinfluenzali nelle farmacie del territorio.

“Premesso che

nella stagione autunnale che sta per aprirsi la vaccinazione antinfluenzale sarà fondamentale per 1) agevolare la diagnosi di Covid-19 e, soprattutto, 2) risulterà utile, se somministrata ad una consistente parte della popolazione, ad evitare il congestionamento della sanità territoriale;

sottolineato che

il Governo, già nello scorso giugno, ha sollecitato le regioni ad acquistare più dosi di vaccino possibile – ne sono state prenotate il 40% in più rispetto a quelle dello scorso anno, ma non è detto che bastino –;

evidenziato che

l’allarme carenza riguarda anche le farmacie, vale a dire il canale capillarmente più diffuso e raggiungibile da tutti;

rimarcato che

la campagna di vaccinazione antinfluenzale prenderà il via il 12 ottobre p.v. e, come affermato in una recente intervista da Raffaella Angelini (dirigente Sanità Pubblica Ravenna), in base alla quantità di vaccini, si sceglierà chi vaccinare subito e chi, invece, dovrà attendere qualche giorno o settimana (si stabiliranno, in altre parole, criteri e categorie da vaccinare subito e poi  a seguire), non potendo al momento essere più precisi

si chiede al Sindaco

di considerare con sollecitudine la situazione, indagando e dettagliando, in particolare,

  • sulle motivazioni per cui nelle farmacie non giungono in maniera adeguata i vaccini antinfluenzali;
  • sulla difficile situazione, quanto a intervento vaccinale, di chi lavora, ma non rientra nelle c.d. fasce protette;
  • sull’attendibilità, o meno, di voci insistenti che parlano di ritardi, poi, nella disponibilità dei vaccini destinati a protrarsi anche in ottobre e novembre”.