Una donna indossa guanti e mascherina chirurgica (foto di repertorio)

Mascherine, guanti, distanziamento e controlli: le disposizioni

Alla luce delle nuovi decreti del presidente del Consiglio dei Ministri e del Presidente della regione Emilia Romagna sull’emergenza sanitaria, il Sindaco ha emanato una nuova ordinanza sui mercati.

Queste le disposizioni

E’ ammessa la vendita di beni usati purché sia effettuata l’igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano posti in vendita.

Gli operatori che, per le attività di vendita, mettono a disposizione dei clienti guanti “usa e getta”, devono disporre di contenitore di rifiuti dedicato in particolare alla raccolta di guanti già utilizzati.

Gli allestimenti dei posteggi devono essere così organizzati: gli operatori dovranno mettere a disposizione della clientela i prodotti per la pulizia delle mani; dovranno esporre adeguato materiale informativo per l’utenza sulle regole COVID da osservare; dovranno indossare sempre sia le mascherine di protezione che i guanti monouso, o in alternativa a questi ultimi provvedere ad una igienizzazione frequente delle mani; dovranno sorvegliare che i clienti indossino i guanti monouso o che effettuino la disinfezione delle mani nel caso in cui scelgano in autonomia la merce toccandola.

E’ proibito l’ingresso al mercato a soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°). Nel caso una persona avvertisse questi sintomi si impegna a lasciare la zona del mercato immediatamente e ad informare subito le autorità competenti.

Gli utenti sono obbligati ad indossare sempre le mascherine di protezione (non solo quindi durante gli acquisti ma anche durante le file di attesa e durante il transito nell’area del mercato).

E’ obbligatorio mantenere il distanziamento di almeno un metro tra le persone, sia nelle file di attesa, sia nei movimenti all’interno del mercato, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale.

L’Amministrazione garantirà nel mercato di piazza Costa invernale i seguenti servizi, precedentemente curati da Anva e Fiva:

• controllo dei varchi del mercato con personale addetto;

• sorveglianza delle corsie del mercato per evitare assembramenti;

• vigilanza sull’utilizzo delle mascherine da parte degli utenti che entrano nell’area di mercato;

• posizionamento all’accesso del mercato di cartelli almeno in lingua italiana e inglese per informare la clientela sui corretti comportamenti;

Come avveniva anche in precedenza, i costi per l’erogazione dei suddetti servizi saranno ripartiti tra le imprese titolari di concessioni di posteggio al mercato (sia pluriennali che temporanee), proporzionalmente al numero di posteggi utilizzati.

L’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo sezione di Cervia collaborerà con l’amministrazione comunale nella gestione del servizio.