Operai con la mascherina (foto di repertorio shutterstock)
Operai con la mascherina (foto di repertorio shutterstock)

Sui luoghi di lavoro e nelle altre situazioni in cui è obbligatoria, va utilizzata sempre e solo la mascherina

In seguito a diverse segnalazioni gli uffici della Regione Emilia-Romagna precisano che l’utilizzo, , in ambito extra-sanitario, di “visierine paraspruzzi” che si collocano sul viso con appoggio sul mento (come quelle usate spesso nella ristorazione), nonché di visiere “fronte–mento”, che si collocano attorno alla testa, per la protezione delle vie respiratorie dal Covid-19, è improprio. “Tali dispositivi, infatti – ricorda la Regione –, non sono sostitutivi dell’utilizzo delle mascherine”.

“Pertanto – scrive in una nota del Servizio di Sanità Pubblica –, laddove la normativa preveda l’uso della mascherina, come per es. nei luoghi di lavoro qualora non sia possibile il distanziamento interpersonale di un metro, va utilizzata la mascherina chirurgica, monouso o ‘igienizzabile’, ed eventualmente, se vi sono le indicazioni o lo si ritiene opportuno, in aggiunta e non in sostituzione, con le visiere paraspruzzi”.