Questa mattina il sindaco Massimo Isola e la consigliera regionale Manuela Rontini hanno fatto visita al personale in forza sui mezzi del 118

Come preannunciato a dicembre, dal primo giorno del nuovo anno sono entrate nella piena operatività i due mezzi di soccorso del 118 anche nelle ore notturne nel territorio di Faenza.

Per ricordare la vicenda, dopo un riassetto organizzativo, avvenuto a novembre del 2018, il numero di ambulanze in servizio notturno nel territorio faentino era passato da due ad un’unica unità (h.24) e due mezzi (h.12). A dicembre del 2020, dopo un lungo lavoro tra la consigliera regionale Manuela Rontini, il sindaco Massimo Isola e il direttore dell’Ausl Romagna, Tiziano Carradori, venne annunciato che dal primo gennaio 2021 le postazioni delle ambulanze del 118 nel distretto di Faenza sarebbero tornate ad essere due in pianta stabile per 24 ore consecutive.

Questa mattina la consigliera regionale Manuela Rontini e il sindaco Massimo Isola si sono recati al pronto soccorso dove ad attenderli c’erano alcuni operatori del 118 di Faenza con la coordinatrice, Mirna Buccinnà; con loro anche il direttore dell’ospedale di Faenza, Davide Tellarini, la responsabile della direzione tecnica infermieristica del presidio di Faenza, Anna Lusa e Raffaella Francesconi, primario del pronto soccorso e del reparto di medicina d’urgenza.

“Dal primo gennaio –ha detto Mirna Buccinnà, Coordinatrice 118 dei servizi emergenza territoriali- dopo aver verificato l’alto numero di interventi sul territorio di Faenza si è deciso di ripristinare un’ambulanza h.24 che in precedenza era stata dislocata sul territorio di Russi”.

“Si è arrivati a questo importante passo -ha invece spiegato Raffaella Francesconi- che ha visto il ritorno della seconda ambulanza notturna a Faenza dopo un periodo con una diversa dislocazione dei mezzi sul territorio. Questo riassetto pensiamo possa essere un apporto migliorativo per rispondere alle esigenze sul territorio”.

“La conferma della seconda ambulanza h.24 -ha invece sottolineato il sindaco di Faenza, Massimo Isola- è stata un’importante notizia; con la consigliera Rontini, che già da tempo lavorava sul tema, abbiamo chiesto più volte un confronto con la direzione generale dell’Azienda sanitaria dimostrando che, numeri alla mano, il ritorno del mezzo in pianta stabile e Faenza avrebbe potuto cambiare il livello del servizio. La promessa fatta è stata mantenuta nei tempi che l’Ausl si era data. In momenti come questi si tratta di scelte che alzano il livello dei servizi sanitari e la loro valenza, nella qualità della vita della società, è ancora più grande. Con la direzione dell’Ausl stiamo vivendo un momento di dialogo costruttivo e anche il ritorno della seconda ambulanza notturna è un’azione di potenziamento delle opportunità socio-sanitarie di Faenza”.

“L’arrivo dell’ambulanza -conclude la consigliera regionale Manuela Rontini- consentirà al nostro 118 di potenziare il servizio sul territorio, quello di emergenza-urgenza, in una fase complicata come quella che stiamo vivendo. È un risultato importante per la comunità faentina e per l’Unione tutta a cui siamo arrivati grazie a una collaborazione istituzionale tra la direzione dell’Ausl Romagna, il Comune di Faenza, il sindaco Isola, la Regione e diverse forze politiche che hanno lavorato assieme per raggiungere l’obiettivo”.