Un progetto per aiutare anche i comuni più piccoli nella medicina più delicata

Domenica 30 giugno a Frassinoro, il comune situato alla quota altimetrica più alta della provincia di Modena, si terrà un incontro per sviluppare e dare ulteriore vita al concetto di telecardiologia. All’incontro saranno presenti il sindaco di Massa Lombarda Daniele Bassi, il presidente dell’Associazione Italiana di Telemedicina Antonio Gaddi, il Presidente di Health Ricerca e Sviluppo Giorgio Noera e il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, insieme ad Irene Priolo e Barbara Lori, rispettivamente assessori della Protezione Civile e alla montagna.

La telecardiologia è una delle applicazioni più diffuse direttamente collegata alla telemedicina, che consiste principalmente nella trasmissione a distanza di elettrocardiogramma, consentendo un telemonitoraggio da remoto.

“Il precursore di questo progetto nacque a Massa Lombarda agli inizi degli anni duemila – spiega il sindaco Daniele Bassi -, con la di un vero e proprio laboratorio di popolazione ideato da Giorgio Noera e Antonio Gaddi, che coinvolgeva tutti i cittadini del comune. Questa domenica a Frassinoro daremo il via al progetto pilota che permetterà di trasmettere elettrocardiogramma tra diversi comuni emiliano-romagnoli, attraverso sistemi particolarmente sofisticati e precisi per portare la salute a chilometro zero. Il laboratorio di Massa Lombarda oggi ha una nuova dimensione, più alta rispetto al passato, con il sostegno di tanti compreso l’Ordine dei Medici per aprire nuove frontiere innovative”.