(Foto Shutterstock.com)

Assicurati i servizi pubblici essenziali

L’Azienda USL della Romagna informa tutta la cittadinanza dello sciopero nazionale proclamato dalle Associazioni sindacali AANAO ASSOMED e CIMO FESMED per l’intera giornata del 5 dicembre 2023 riguardante il personale appartenente alla dirigenza medica, veterinaria, sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa del S.S.N. ivi compresi IRCCS (istituti di Ricovero e Cura a Carattere scientifico), IZS (istituti Zooprofilattici Sperimentali) ed ARPA, dipendenti delle Aziende ed Enti del SSN, compresi, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1 della legge n. 146/90, quelli delle Strutture anche di carattere privato e/o religioso che intrattengono un rapporto di convenzione e/o di accreditamento con il SSN, ed i medici specializzandi assunti ai sensi dell’art. 1, comma 547 della Legge 145/2018.

Nella stessa giornata del 5 dicembre 2023 l’Organizzazione Sindacale NURSING UP ha proclamato lo sciopero generale nazionale del personale appartenente alle professioni infermieristiche e tutto il personale sanitario non medico afferente alle qualifiche del comparto della sanità operante nelle aziende sanitarie, nelle aziende ospedaliere e negli enti della sanità pubblica, al quale ha aderito anche COINA.

Nella giornata dello sciopero saranno assicurati i servizi pubblici essenziali attraverso l’erogazione delle prestazioni indispensabili non dilazionabili nel rispetto della vigente normativa.