Giovanni Morgese, Michela Tabanelli e Castrese De Rosa

Organizzato dai direttori dell’Unità Operativa Complessa di Dermatologia di Ravenna, Lugo e Faenza Dottoressa Michela Tabanelli e dell’Unità Operativa Semplice di Reumatologia di Ravenna, Lugo e Faenza dottor Pierluigi Cataleta

Nella storica cornice di palazzo Rasponi dalle Teste, in centro a Ravenna, si è svolto sabato 2 dicembre il congresso “La gestione multidisciplinare della malattia psoriasica: uno sguardo oltre le apparenze”, organizzato dai direttori dell’Unità Operativa Complessa di Dermatologia di Ravenna, Lugo e Faenza Dottoressa Michela Tabanelli e dell’Unità Operativa Semplice di Reumatologia di Ravenna, Lugo e Faenza dottor Pierluigi Cataleta.

L’evento ha visto il coinvolgimento di numerosi professionisti dell’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna e di altri nosocomi della nostra regione, quali gli ospedali universitari di Bologna, Modena e Reggio Emilia.

Il centro del convegno è stato l’approccio multidisciplinare alla malattia psoriasica, una patologia un tempo considerata caratterizzata soltanto dalle manifestazioni cutanee ma oggi inserita a tutti gli effetti tra le malattie con interessamento sistemico, viste le percentuali estremamente elevate di malattie associate alla psoriasi cutanea, le cosiddette comorbidità. Tra queste, le più importanti sono sicuramente l’artrite psoriasica, la sindrome metabolica e le malattie cardiovascolari, le malattie infiammatorie croniche intestinali, le uveiti, la sindrome ansioso-depressiva.

Collaborazione tra professionisti

Nel corso della mattinata di sabato si sono infatti succeduti sul palco medici di differenti discipline, tutte coinvolte nella gestione del paziente affetto da psoriasi: il dermatologo, il reumatologo, il cardiologo, l’oculista, il gastroenterologo, lo psichiatra. La conoscenza delle comorbidità, la collaborazione tra differenti professionisti dentro l’ospedale e tra medicina ospedaliera e territoriale e la creazione ove possibile di percorsi strutturati sono stati considerati gli aspetti più importanti in ambito clinico emersi dalla discussione.

Sono stati coinvolti nell’ambito del congresso anche le associazioni dei pazienti APIAFCO, Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza, e AMRER, Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna, e l’associazione Cuore e Territorio, presente sul territorio ravennate dal 1977 ed attiva nella promozione della salute dei cittadini e nell’implementazione delle relazioni tra differenti discipline mediche. Un approccio basato sulle esigenze del singolo paziente e l’attenzione all’umanizzazione delle cure sono stati il messaggio conclusivo lanciato da queste associazioni ai medici ed al personale infermieristico presente numeroso nella sala congressuale al termine dei lavori scientifici. Questo impegno è stato ribadito ricordando il decimo Christmas Charity Dinner organizzato da Cuore e Territorio con il sostegno di ravenna24ore.it il 13 dicembre 2023 e rivolto alla raccolta di fondi per progetti di umanizzazione dell’accoglienza e di miglioramento dell’assistenza per i pazienti affetti da gravi patologie cutanee afferenti alla dermatologia di Ravenna.

L’associazione Cuore e Territorio con il sostegno di ravenna24ore.it il ha da tempo lanciato una campagna di raccolta di donazioni per sostenere il Reparto di Dermatologia dell’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna finalizzaata all’umanizzazione dell’ambiente di cura è possibile contribuire con una donazione con bonifico bancario presso Cassa di Risparmio Ravenna Iban IT02F0627013100CC0000027952. La causale è: donazione per la dermatologia.

Segui il battito…