Biblioteca - Libri
(Shutterstock.com)

In aiuto a 581 famiglie

Il Settore dei servizi educativi dell’Unione ha recentemente licenziato la delibera di ripartizione dei fondi regionali per l’acquisto dei libri di testo per gli studenti che frequentano le scuole medie e superiori della città.

Il Comune di Faenza ha accolto 581 richieste di contributi da parte delle famiglie il cui Isee, l’indicatore della situazione economica equivalente, rientra tra quelle assegnatarie di particolari agevolazioni economiche da parte della Regione, così ripartite: 222 le domande dai nuclei familiari con Isee in ‘fascia 1’ con figli che frequentano le scuole medie e 221 le richieste da famiglie con Isee in ‘fascia 1’ di studenti delle superiori. Sono state invece 58 le domande arrivate dalle famiglie il cui Isee appartiene alla ‘fascia 2’ con ragazzi delle medie e infine 80 le domande di famiglie di studenti di ‘fascia 2’ che frequentano le superiori. In totale verranno dunque destinati quindi 85.842 euro.

Nell’anno scolastico 2020-2021, i contributi erogati dell’Emilia-Romagna per l’acquisto dei libri di testo delle scuole medie e superiori hanno sfiorato i sei milioni di euro, aumentati di 1,3 milioni rispetto all’anno precedente. Una decisione che consente agli studenti di famiglie che ne hanno diritto (oltre il 17% in più rispetto all’anno scolastico 2019/2020) di poter beneficiare dei contributi. Il denaro è stato messo a disposizione ai comuni e alle Unioni che a breve verrà erogato alle famiglie. Secondo quanto stabilito dalla Regione l’apporto economico per l’acquisto dei testi scolastici per gli studenti appartenenti a famiglie che rientrano nella ‘fascia 1’ (Isee da 0 a 10.632,94 euro) è di 162 euro. Il contributo delle famiglie con Isee in ‘fascia 2’ (da 10.632,95 a 15.748,78 euro) è di 102 euro.