Alvaro Ancisi (foto di repertorio)

Il capogruppo di Lista per Ravenna lancia un’interrogazione al sindaco di Ravenna

Il capogruppo di Lista per Ravenna in consiglio comunale, Alvaro Ancisi, lancia un’interrogazione al sindaco di Ravenna chiedendo se sia possibile “vaccinare gli studenti maturandi come nel Lazio”.

“La proposta di far vaccinare gli studenti che dovranno sostenere la maturità a partire dal 16 giugno, per far loro affrontare gli esami con tranquillità, era partita già diversi mesi fa dal presidente dell’associazione presidi di Roma e del Lazio Mario Rusconi – scrive Ancisi -. La Regione Lazio l’ha accolta disponendo allo scopo un open day che si svolgerà l’1, il 2 e il 3 giugno, nei propri 70 centri vaccinali, a favore non solo dei 50 mila studenti prossimi alla maturità, ma anche dei professori non ancora immunizzati. L’Ufficio scolastico regionale fornirà gli elenchi degli studenti interessati e la prenotazione avverrà a partire dal 27 maggio attraverso il portale dedicato della Regione Lazio, utilizzando l’app ‘Tre click e 48 ore dopo ti vaccini’. Il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso ha plaudito: ‘Ben vengano tutte le iniziative che contribuiscono a mettere in sicurezza la comunità scolastica’.

L’iniziativa sarebbe interessante, e anche di più, per l’Emilia-Romagna, dove gli studenti che fanno scuola in presenza sono spesso solo il 50%, rispetto al 70% minimo e 100% massimo fissati dal decreto Riaperture.

Chiedo dunque al sindaco, anche nella sua qualità di presidente della Conferenza territoriale socio-sanitaria, organo di indirizzo politico-amministrativo dell’AUSL Romagna, cosa osti a che questa iniziativa sia adottata anche nella nostra regione, o almeno in Romagna, favorita dal fatto che è amministrata da un’unica AUSL, laddove in Emilia sono sette, una per ogni provincia più Imola”.