II 27 settembre si è tenuto a Lubiana il meeting del progetto TARGET-CE

Lunedì 27 settembre si è svolto presso l’Università di Lubiana, Slovenia, il meeting internazionale del progetto europeo TARGET-CE, finanziato dal programma comunitario INTERREG Central Europe. L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna partecipa per capitalizzare i risultati del progetto [email protected]

TARGET-CE punta a favorire lo scambio di buone pratiche tra partner europei in tema di risparmio energetico e sostenibilità ambientale. Focus del progetto, infatti, sono le soluzioni e gli strumenti adottati dalle città dell’Europa centrale per l’efficientamento dei propri edifici pubblici. L’Unione contribuisce con l’esperienza di [email protected], che attraverso il miglioramento delle dotazioni tecniche e la sensibilizzazione del mondo scolastico ha dato vita a un caso di successo da condividere sul piano europeo. Proseguendo in tale percorso virtuoso, i prossimi mesi vedranno coinvolte otto scuole secondarie di primo grado dei Comuni dell’Unione, per lo svolgimento di attività laboratoriali e formative connesse al progetto.

L’incontro di lunedì ha permesso al consorzio di confrontarsi in vista dell’ultimo semestre di progetto, che si concluderà a marzo 2022. I partner che affiancano l’Unione sono la Fondazione Bruno Kessler di Trento, capofila del progetto; l’Agenzia Provinciale per lo Sviluppo – S.I.PRO. di Ferrara; il Raggruppamento Europeo di Cooperazione Territoriale NOVUM – EUWIT (Polonia); l’Agenzia per l’Energia di Mazovia – MAE (Polonia); l’Agenzia per l’Energia della Regione Savinjska, Šaleška e Koroška (Slovenia); il Centro per l’Innovazione e l’Energia di Weiz (Austria); la Città di Spalato (Croazia).

Il meeting ha rappresentato inoltre un’importante occasione per ritrovare la dimensione relazionale della progettazione europea, trattandosi del primo incontro in presenza dopo lungo tempo, e può essere quindi salutato come un segnale di ripresa delle normali attività di partenariato dell’Unione.