La vincitrice, Chiara di Pietra

Chiara di Pietra ha vinto la competizione in rappresentanza del Polo Tecnico Professionale di Lugo. In gara 21 concorrenti.

Dopo la pausa imposta dalla pandemia, ritorna la Gara Nazionale per Istituti Tecnici e Professionali, articolazione Relazioni internazionali per il marketing – RIM, Nella competizione che si è svolta alla fine dello scorso aprile, a primeggiare è stato il Polo Tecnico Professionale di Lugo. attraverso Chiara di Pietra, studentessa della 4E RIM residente a Bagnara di Romagna. La competizione, svoltasi a Trescore Balneario, in provincia di Bergamo, presso l’Istituto Lorenzo Lotto, si rivolge agli studenti del IV anno dei vari indirizzi tecnici e professionali con l’obiettivo di valorizzare le eccellenze, di verificare le conoscenze, le abilità, le competenze ed i livelli professionali raggiunti, di favorire lo scambio di esperienze tra realtà socioculturali diverse ed, infine, supportare il sistema integrato scuola-formazione.

La gara

La gara si è svolta nell’arco di due giornate in cui sono state collocate le prove scritte, della durata di 5 ore ciascuna, dedicate alle materie di indirizzo quindi Diritto, Relazioni Internazionali ed Economia Aziendale e lingue straniere. Chiara è riuscita a primeggiare fra i 21 concorrenti iscritti e a vincere i riconoscimenti ufficiali messi in palio non solo per il singolo vincitore ma anche per le scuole. Le docenti di Chiara l’avevano incoraggiata e guidata nella preparazione, anche suggerendole materiali aggiuntivi rispetto agli argomenti curricolari, mentre l’insegnante di Italiano ha svolto il ruolo di accompagnatrice a Trescore Balneario, dove studentessa e docente, nei momenti di pausa, hanno potuto trascorrere degli splendidi momenti “da turiste” alla scoperta del territorio. L’istituto ospitante Lorenzo Lotto era risultato vincitore del premio l’anno precedente e si è fatto carico, nelle giornate della competizione, di organizzare attività e visite guidate. La prof.ssa Eleonora Orsi racconta che “i ragazzi hanno sicuramente imparato molto da questa occasione: non solo hanno potuto mettere alla prova le proprie competenze, uscendo dal contesto al quale sono abituati, ma hanno anche avuto modo di conoscere studenti provenienti da ogni parte d’Italia, hanno fatto i conti con l’emozione, hanno toccato con mano quanto sia riduttivo pensare che la cultura serva solo ad ottenere buoni voti tra le mura scolastiche”.

La soddisfazione del Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico del Polo, Matteo Battistelli, si dice entusiasta del risultato ottenuto, che è “la dimostrazione che le peculiarità degli istituti tecnici e professionali possono essere valorizzate e portate a livelli di eccellenza, offrendo ai ragazzi occasioni preziose per cogliere il legame tra la cultura e il mondo del lavoro”.

Le parole di Chiara

“Questi ultimi giorni sono stati pieni di tensione, ansia, paura- confessa la vincitrice. “Ho visto il viaggio ripercorrere la mia mente. Ho visto questo anno passarmi davanti, e non posso che essere grata e felice. Ammetto di dover ancora realizzare la cosa, non ci posso ancora credere. Ci tenevo tanto, e ora mille emozioni governano il mio corpo.  Dietro a questa vittoria però c’è molto altro: c’è il mio impegno, ci sono persone, esperienze, emozioni.  Ringrazio l’Istituto Lotto per aver permesso a noi, ragazzi e professori, di trascorrere dei giorni stupendi, per tutto l’impegno che ha impiegato per farci sentire al meglio; e ringrazio le persone che ho conosciuto, perché solo grazie a loro sono stata, e sono, così felice.  Voglio ringraziare profondamente le mie professoresse, che durante questo viaggio, e anche durante il mio percorso scolastico, mi hanno sempre supportato e aiutato a migliorare. Voglio ringraziarvi dal profondo del mio cuore, perché solo grazie a voi ho provato davvero tante emozioni e gratitudine. Ringrazio i miei compagni di classe e la mia famiglia, per il supporto che mi hanno dato, e per la felicità che mi procurano ogni giorno.  Infine, ringrazio me stessa, e quella Chiara che c’è dentro di me, che non molla mai, nonostante tutto, perché dietro l’impegno ci sono tante lacrime e timori. Vorrei dire a tutti: non mollate mai, le difficoltà ci saranno sempre, ma non bisogna mollare, perché se volete qualcosa potete ottenerla da soli, perché l’unico vero ostacolo in cui potreste incorrere siete proprio voi stessi. Non fatevi fermare dagli altri, nessuno ha il diritto di governare la vostra vita, se non voi. Vogliatevi bene e seguite i vostri sogni, abbiate il coraggio di vivere, di provarci e riprovarci, gli errori faranno parte del percorso, ma è solo grazie a questi che riuscirete a farcela. Grazie, veramente, non riesco ancora a crederci.”