Rifiuti differenziati (foto di repertorio)
(Foto shutterstock.com)

Le scuole vincitrici del concorso Riciclandino nel Comune di Ravenna sono la materna il Pettirosso, le primarie Pasini, Camerani e Torre

Giunto alla sua dodicesima edizione, si è concluso il concorso Riciclandino che promuove l’utilizzo delle stazioni ecologiche da parte di studenti e famiglie. Il progetto è a cura del Comune di Ravenna e del Gruppo Hera, in collaborazione anche con altri Comuni della provincia di Ravenna, con ATERSIR e Legambiente.

Le scuole del Comune di Ravenna hanno conferito nelle stazioni ecologiche oltre 289.700 chilogrammi.

I migliori risultati sono stati raggiunti dai piccoli allievi della scuola materna Il Pettirosso che, grazie al lodevole impegno di bambini e famiglie, si sono aggiudicati 2.787 euro. A seguire: le scuole primarie Pasini con 1.698 euro, Camerani con 1.168 e Torre con 1.166 euro.

“Con gioia e soddisfazione – afferma l’assessore all’Ambiente Gianandrea Baroncini – apprendo degli ottimi esiti del progetto Riciclandino che sono un’ulteriore conferma delle nostre aspettative sul fronte della raccolta differenziata e del riciclo dei rifiuti. Si tratta anche di un risultato culturale, evidenziando il senso civico dei nostri concittadini, che vogliamo incentivare fin dalla più giovane età, in un momento particolare in cui abbiamo avuto molto chiaro come ambiente e salute siano strettamente connessi”.

Il Comune di Ravenna ha sottolineato anche lo sforzo di altre scuole, che si sono impegnate per ottenere ottimi risultati, conferendo:

-premio “Pesi Estivi” alle scuole I.T.A.S. Luigi Perdisa Luigi, Primaria G. Camerani, Primaria A. Torre scuola secondaria di I grado Ricci – Muratori per l’impegno delle famiglie nel conferire i rifiuti in stazione ecologica anche nel periodo estivo (maggio-settembre 2022);

-premio “Scuola riciclona” per le scuole che hanno ottenuto ottimi risultati in termine di conferimento per alunno (scuola materna Il pettirosso, materne comunali I Folletti, L’Airone);

-premio per il miglioramento più significativo rispetto all’anno precedente (scuola d’Infanzia Zaccagnini, Nido di Infanzia Garibaldi, materna statale Peter Pan);

Un premio è stato pensato anche per le scuole primarie B. Pasini, A. Torre, materne comunali Folletti, Le Ali, Freccia Azzurra e per il liceo Artistico Nervi per la realizzazione del progetto “Ambasciatori contro il fenomeno del Littering”, cioè l’abbandono indisciplinato di rifiuti negli spazi pubblici. 

Come si utilizza la tessera di Riciclandino

Ad ogni scuola che aderisce al progetto viene assegnato un apposito codice a barre, riprodotto su tessere distribuite a ciascun alunno.

I ragazzi che con i propri genitori si recano alle stazioni ecologiche per conferire i rifiuti ed esibiscono il codice a barre identificativo dell’utente (es. il codice a barre della vecchia bolletta di igiene ambientale) per i conferimenti in stazione ecologica assieme alla tessera Riciclandino e usufruiscono dello sconto di € 0,15/kg per i conferimenti dei seguenti rifiuti scontabili: carta/cartone, vetro/lattine, plastica, olio minerale, olio vegetale e batterie. In più ulteriori 4 euro per i conferimenti di ingombranti e Raee voluminosi, come da regolamento Atersir.

I rifiuti differenziati scontabili e i piccoli Raee conferiti in stazione ecologica contribuiscono a determinare le graduatorie delle scuole per la distribuzione di incentivi economici. Comunque, tutti i rifiuti differenziati conferiti in stazione ecologica fanno ottenere risme di carta riciclata.