Gli arredi sono stati donati da Auser e i locali messi a disposizione da Ausl Romagna Il sindaco Pasi: “Diamo dignità a un servizio delicato, prima espletato in spazi ridotti”

Con l’inizio del 2021 è entrata in funzione la nuova Sala del commiato del Comune di Fusignano.

La Sala del commiato è un luogo dove possono sostare le persone in visita ai propri cari, in attesa dell’espletamento delle formalità necessarie alla sepoltura.

La struttura è stata ricavata all’interno del parco dell’ex ospedale di Fusignano, in dei locali precedentemente utilizzati come archivio e messi a disposizione del Comune di Fusignano in comodato d’uso gratuito dall’Ausl Romagna.

Gli spazi sono caratterizzati da una sala di accoglienza affacciata sul parco dell’ospedale, arredata con salottini per l’incontro delle persone; da questa sala si accede alle due camere ardenti attrezzate per l’esposizione delle salme. Completano l’intervento i locali di preparazione e i servizi igienici.

La nuova Sala del commiato ha accesso pedonale dal parcheggio di via Santa Barbara (nei pressi del Museo Raf).

Tutti gli arredi sono stati donati da Auser, da tempo promotrice dell’intervento.

“Con questo intervento abbiamo voluto dare dignità a un servizio delicato, prima espletato in spazi molto ridotti presso la casa di riposo San Rocco – ha dichiarato il sindaco Nicola Pasi –. Il progetto è stato sviluppato a più mani dall’ufficio tecnico del Comune di Fusignano ed in particolare dal geometra Fulvio Pironi, che ne ha coordinato la stesura, dall’architetto Rodolfo Gaudenzi responsabile del procedimento e dall’ingegnere Krizia Ricci che ha diretto i lavori. Ci tengo inoltre a ringraziare Ausl Romagna per la messa a disposizione degli spazi e in particolare l’allora direttore sanitario dottor Giorgio Guerra e tutto lo staff tecnico. Un ringraziamento speciale infine ad Auser per la gradita donazione degli arredi”.