Venerdì 15 gennaio il progetto e le modalità di elezione dei nuovi membri sono stati illustrati alle classi quinte delle scuole elementari “Quadri” e “Torchi”

Non si fermano i lavori per la Consulta delle Ragazze e dei Ragazzi di Massa Lombarda. Anche quest’anno, nonostante la grave emergenza in corso, Amministrazione comunale e scuola sono al lavoro per confermare questa speciale opportunità per i giovani studenti massesi. Venerdì 15 gennaio la Consulta e il suo funzionamento sono stati illustrati agli alunni delle classi quinte delle scuole primarie “Quadri” e “Torchi”.

All’incontro da remoto, nel rispetto delle regole anti Covid19, erano presenti il sindaco Daniele Bassi, la vicesindaco Carolina Ghiselli, la dirigente dell’Istituto comprensivo “Francesco D’Este” Giovanna Castaldi, la facilitatrice della Consulta Lucrezia Pasini e le insegnanti referenti delle classi. Nel corso dell’incontro sono state spiegate alle alunne e agli alunni delle primarie le modalità di elezione dei nuovi membri che siederanno in Consulta per l’anno scolastico 2020-2021.

“La Consulta si occupa di proposte, idee del territorio e per il territorio che gli stessi ragazzi presentano e discutono – ha commentato Daniele Bassi -. Quest’anno, a maggior ragione, vuole essere un luogo dove riappropriarsi del confronto, dello scambio, delle emozioni che in questo particolare momento di pandemia possono emergere tra i ragazzi e le ragazze. La Consulta è il luogo giusto per il confronto democratico in cui si portano idee e sulle stesse ci si confronta, perché nella Consulta ogni voce ha il suo peso e la sua importanza”.

La Consulta delle Ragazze e dei Ragazzi è uno spazio di partecipazione democratica, una vera e propria palestra per “allenarsi” alla “vita degli adulti”, come ha spiegato Lucrezia Pasini.